Econopoly

18 Agosto 2017

L'Italia continua a non credere negli investimenti in istruzione. Perché?

Pubblichiamo un post di Fedele De Novellis, partner ed economista senior di REF Ricerche - Fra gli spunti offerti dal dibattito estivo vi è l’avvio di una sperimentazione finalizzata alla riduzione a quattro del numero di anni della scuola superiore. Un aspetto che colpisce è che una proposta di questo genere sia stata accolta in maniera abbastanza positiva da parte dell’opinione pubblica. Sono frequenti gli argomenti che sottolineano l’esigenza di un più rapido ingresso dei giovani nel mondo del lavoro e che tendono a ridimensionare il ruolo positivo sui percorsi di carriera individuali che possono derivare da un anno...

08 Agosto 2017

Gli algoritmi indiscreti e la nostra privacy fuori controllo

Pubblichiamo un post di Stefano Capaccioli, dottore commercialista e presidente Assob.it - “Chi non ha nulla da nascondere non ha nulla da temere.” Quante volte abbiamo sentito o dovuto ascoltare questa frase, dai toni rassicuranti, ma che cela, dietro la sua innocenza, un pericoloso lato oscuro: se non sei trasparente in tutte le tue azioni, allora vuoi nasconderci qualche cosa, non sei ‘onesto’ e quindi da sospettare. Ora, molte persone di buona cultura ed educazione pronunciano detta frase, indicando come valore la trasparenza, ma dubito che sappiano che tale frase è di Adolf Hitler in relazione al controllo di massa...

28 Luglio 2017

Cosa guadagna l'Italia dall’impatto del terrorismo sui flussi turistici in Europa

Pubblichiamo un post di Mariachiara Marsella, web marketing manager, BEM Research - Le statistiche ufficiali sui flussi turistici di stranieri che scelgono l’Italia come meta di vacanza mostrano da diversi anni una tendenza crescente. Secondo i dati della Banca d’Italia i visitatori stranieri sono stati 85,5 milioni nel 2016, 4 milioni in più rispetto al 2015, 9 milioni se confrontati con il 2011. Circa il 70% di questo flusso di visitatori proviene da paesi dell’Unione Europea. Per aver un’indicazione più recente sui flussi turistici in Italia e negli altri paesi a maggior vocazione turistica si può fare affidamento ai...

24 Luglio 2017

Se non riparte la produttività continueremo a tagliare i salari

Pubblichiamo un post di Fedele De Novellis, partner ed economista senior di REF Ricerche - Il dibattito sulla crisi italiana ha proposto negli ultimi anni diverse chiavi di lettura. Alcune di queste pongono al centro dell’attenzione il tema della perdita di competitività avvenuto nel corso degli anni duemila, sottolineando in alcuni casi i problemi causati dall’adesione all’euro e dalla conseguente impossibilità di ricorrere allo strumento della svalutazione per riequilibrare i livelli dei prezzi relativi fra le economie dell’area euro. Non potendo fare variare i tassi di cambio, l’aggiustamento dei livelli relativi dei...

14 Luglio 2017

La finanza che serve per non morire di troppa crescita

Pubblichiamo un post di Fabio Bolognini, cofondatore di WorkInvoice (quinto di una serie di post; i precedenti sono usciti il 31 marzo, il 13 aprile, il 4 maggio e l'8 giugno) - Spero che la passeggiata a puntate nell’inferno delle piccole imprese abbia suscitato più di una riflessione tra voi imprenditori (e magari in qualche altra categoria che affianca le imprese) e vi trovi preparati ad affrontare nuove esperienze e orizzonti. Quanto al vostro Virgilio è sempre pronto a mostrarvi un diverso aspetto della vita delle piccole imprese. Una vita in cui esistono momenti difficili, molto difficili - in particolare quando i clienti...

07 Luglio 2017

Salvare il marketing da se stesso (una proposta per il suo rilancio)

Pubblichiamo un post di Roberto Fedi, libero professionista con esperienza internazionale in management, value innovation e marketing strategico - Da una dozzina di anni sento sempre più spesso imprenditori e manager esprimere un lamento comune: gli investimenti in marketing rendono sempre di meno. Le cause possono essere le più disparate e dipendono dalle singole realtà aziendali e di mercato. Il fenomeno sembra tuttavia essere diffuso ed è stato rilevato presso aziende diverse: grandi e piccole, con sede in Italia e in altri paesi occidentali, e operanti in settori diversi. Stranamente la questione è quasi assente nella...

07 Luglio 2017

Bitcoin, blockchain e sistema dei pagamenti: un'alternativa ma non l'alternativa

Pubblichiamo un post di Andrea Mantovi e Giulio Tagliavini. Mantovi è docente a contratto di approfondimenti di microeconomia presso l’Università degli Studi di Parma. Tagliavini è professore ordinario di economia degli intermediari finanziari presso lo stesso ateneo – La natura monetaria dei fenomeni associati alle “criptovalute” merita di essere approfondita, crediamo, non solo dal punto di vista intellettuale (la teoria economica ha una sua dignità, dopo tutto), ma anche da quello molto concreto di policy. Tali fenomeni stanno probabilmente attraversando una transizione (fisiologica?) ad uno stadio in cui prendono...

07 Luglio 2017

Sostenibilità, innovazione e ricerca, il mantra dell'economia circolare

Pubblichiamo un post di Nicola Ghisalberti, autore sul blog Gli Immoderati, studente di economia – Fermatevi ad ascoltare qualche spot pubblicitario e ci farete sicuramente caso: ormai di “sostenibilità” ne sentiamo parlare ovunque. Alla tv, alla radio e immancabilmente sui social network, siamo letteralmente bombardati da centinaia di ads che in un modo o nell’altro ne parlano. Si sta diffondendo a macchia d’olio, come un mantra da mettere – rigorosamente in dose Q.B. – all’interno di ogni sorta di spot o speech di vendita con lo scopo di far apparire salubre, pulito e green un prodotto. Ma cosa significa nel...

30 Giugno 2017

I consumatori tedeschi non consumano anche quando i loro redditi crescono molto

Pubblichiamo un post di Fedele De Novellis, partner ed economista senior di REF Ricerche – Il dibattito degli ultimi anni ha evidenziato più volte come all’interno dell’area euro la politica economica tedesca abbia privilegiato una crescita basata sulle esportazioni, portando l’economia ad accumulare avanzi delle partite correnti a livelli record, oltre l’8 per cento del Pil negli ultimi tre anni. Tra gli aspetti richiamati nel dibattito vi è il fatto che la maggiore forza dell’economia tedesca avrebbe dovuto innescare meccanismi di riequilibrio fra i diversi paesi dell’area. In particolare, la Germania avrebbe...

28 Giugno 2017

Google, la mega multa e il problema del potere delle economie di piattaforma

Pubblichiamo un post di Edoardo Garibaldi, giornalista free-lance e junior tutor alla scuola di giornalismo della Luiss - La Commissione europea ha multato con 2,42 miliardi di euro Google per abuso di posizione dominante: avrebbe infatti favorito il proprio servizio di comparazione dei prezzi rispetto agli altri. Big G è entrato nelle nostre vite, insieme alle applicazioni quotidiane delle nuove tecnologie, rivoluzionando il contesto all’interno del quale noi agiamo. Le nostre esistenze ne hanno tratto giovamento e miglioreranno ancora, ma la decisione di Bruxelles potrebbe accendere un faro sulla non neutralità delle economie di...