Econopoly

25 Settembre 2018

Evasione fiscale, i numeri dicono che i blitz riescono a combatterla

L'autrice di questo post è Mariachiara Bo, master student in Stochastic and Data Science presso l’Università degli Studi di Torino e Senior Allieva presso il Collegio Carlo Alberto; ha precedentemente studiato Matematica per la Finanza e l’Assicurazione (B.Sc.) all’Università degli Studi di Torino; è membro del direttivo di Neos Magazine Politica valutata: pubblicizzazione e copertura mediatica dei “blitz fiscali” in attività commerciali. Obiettivo: combattere l’evasione fiscale. Effetto: positivo, la pubblicizzazione e la copertura mediatica dei blitz hanno portato più commercianti a dichiarare nella...

22 Settembre 2018

Dal caso Kavanaugh una lezione per l'Italia?

L’autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale (CFO, CEO), consulente aziendale in Italia e all’estero, giornalista pubblicista –

L’amministrazione pubblica dovrebbe attrarre le migliori risorse, essere trasparente nei suoi meccanismi di selezione, basata sul concetto della “porta girevole” per quanti siano chiamati a ruoli apicali dai responsabili governativi: finito il mandato, si torna a casa. Con una esperienza importante alle spalle, da mettere a frutto nel settore privato.

Fantascienza? E quando mai, e dove mai questo può avvenire?

Avviene regolarmente, e dal 1871, negli Stati Uniti; in...

21 Settembre 2018

Turismo, perché tra Italia e Spagna non c’è partita

L'autore di questo post è Luca Martucci, consulente ed esperto di marketing di destinazione - La differenza non è solo nei numeri, viene da lontano, ed è eclatante quando si comparano rispettive strategie e marketing di destinazione. ,I dati del Turismo internazionale in Italia sono spesso confrontati con quelli dei due nostri principali competitor europei, Francia e Spagna, entrambi davanti al Bel Paese nelle classifiche mondiali. Il presunto primato della Francia, nonostante certi fondati dubbi, è generalmente accettato. La tendenza è quindi guardare alla Spagna, destinazione turistica con la quale abbiamo in comune molte...

20 Settembre 2018

Cosa è andato storto in Europa? Trent’anni dopo, rileggiamo il discorso di Bruges

L’autore di questo post è Luca Bellardini, dottorando di ricerca in Management ­(indirizzo Banking & Finance) presso l’Università Tor Vergata – Riflettere sugli ultimi trent’anni di integrazione europea non può essere «un’arida cronaca di fatti oscuri nelle polverose biblioteche della storia», per citare il discorso che il 20 settembre 1988 Margaret Thatcher pronunciò a Bruges, nella sede del Collegio d’Europa. Da allora, una pletora di riforme ha cambiato in maniera significativa il volto della Comunità economica europea (Cee), che all’epoca si muoveva dalle buone intenzioni dell’Atto unico (1985) ai...

17 Settembre 2018

Web e buoni sconto: così le famiglie risparmiano nel carrello della spesa

L'autrice di questo post è Mariachiara Marsella, co-founder e web marketing manager di BEM Research - La crisi finanziaria ed economica che ha colpito l’Italia negli ultimi 10 anni circa ha determinato forti conseguenze sulle famiglie. Ad oggi il reddito pro-capite degli italiani, depurato dall’effetto dell’inflazione, è ancora al di sotto del livello osservato prima della crisi e probabilmente continuerà ad esserlo anche nei prossimi anni. Questo significa, sostanzialmente, che ad oggi le famiglie non possono permettersi di acquistare la stessa quantità di beni e servizi che acquistavano un decennio fa. Tuttavia questi...

14 Settembre 2018

Chiusura domenicale dei negozi: a chi giova?

L'autore di questo post è Marco D'Egidio, ingegnere con esperienze professionali nel settore delle costruzioni e nel retail, e un MBA svolto al MIP del Politecnico di Milano -  La possibile chiusura domenicale dei negozi ha scatenato un dibattito finora più politico, se non vogliamo dire ideologico, che economico. L’argomento più utilizzato a favore della chiusura festiva – ok, con eccezioni e rotazioni delle chiusure, ma non giriamoci tanto intorno – è quello di “restituire la domenica ai padri e alle madri che lavorano, e che così sarebbero più liberi di godersi il riposo con i propri figli”. I contrari invece...

14 Settembre 2018

Huawei minaccia Apple, non Trump. Si capisce dalla catena del valore

L'autore di questo post è Enrico Mariutti, ricercatore e analista in ambito economico ed energetico. Founder della piattaforma di microconsulenza Getconsulting e membro del consiglio direttivo dell’Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG) - Nel secondo trimestre del 2018 si è registrato lo storico sorpasso di Huawei su Apple nella classifica produttori di smartphone. Anche se ampiamente previsto dagli outlook di settore, l’evento ha suscitato clamore, soprattutto negli USA.
 Il successo di Huawei è un segnale molto importante per il governo di Pechino, che sta cercando di farne il simbolo del nuovo...

13 Settembre 2018

Nava si è dimesso dalla Consob. Ma quante sono e cosa fanno le authority?

L’autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale (CFO, CEO), consulente aziendale in Italia e all’estero, giornalista pubblicista – Il mondo è complesso, e per renderlo un poco più complesso che cosa c’è di meglio che farlo controllare da una, anzi: tante e crescenti, “authority”? Che cosa sono, che cosa fanno (e/o non fanno), quanto costano e quante sono? E soprattutto, si coordinano fra loro nell’encomiabile compito di controllare come funzionano concorrenza, rispetto delle regole, servizi di utilità pubblica, difesa dei consumatori e delle parti deboli della nostra...

12 Settembre 2018

Perché la rivoluzione tech più importante del secolo non è uno schema Ponzi

L’autore di questo post è Claudio Parrinello. Imprenditore seriale, attualmente CEO di UNICO, un progetto sulla blockchain EOS. Dopo aver conseguito il Diploma di Perfezionamento (dottorato) in Fisica alla Scuola Normale Superiore di Pisa, è stato ricercatore in Gran Bretagna e poi manager al CERN di Ginevra - Anche in Italia (finalmente!) si comincia a parlare molto di bitcoin, criptomonete, blockchain, smart contract, eccetera. Mentre è plausibile che i termini summenzionati vengano spesso utilizzati dai non addetti ai lavori senza una vera comprensione dei concetti sottostanti, è meno accettabile che la stampa e la...

12 Settembre 2018

Quando il leader diventa tossico

L’autore di questo post, Raffaele Perfetto, ha acquisito esperienza decennale in ambito Oil & Gas con una Major Oil Company. Ha conseguito un MBA in Oil & Gas Management nel 2016. Scrive preferibilmente di energia e geopolitica – La leadership tossica non è solo una definizione da manuale ma un vero e proprio stile gestionale che potreste trovare nella vostra routine lavorativa e non solo. Per capire se il leader che avete davanti ne è affetto, fatevi le seguenti domande: non si preoccupa per il benessere dei suoi collaboratori? La sua personalità influisce negativamente sul clima? È motivato principalmente da interessi...