15 Luglio 2019

Aziendalizzare le cure primarie? Cosa dicono i medici di famiglia lombardi

scritto da

L'autrice di questo post è Gabriella Levato, segretario generale regionale FIMMG Lombardia - Ho letto con interesse, qui su Econopoly,  l'intervento di Luca Foresti dello scorso 10 luglio. Come responsabile del sindacato regionale, penso sia utile una qualche riflessione generale sulla medicina di famiglia, augurandomi che il mio contributo possa aprire una discussione più ampia, magari sulle pagine del vostro giornale. È accertato che i servizi sanitari, dove il medico di famiglia (preferisco a medico di base) è il primo soggetto di riferimento per il cittadino sono universalmente riconosciuti come migliori, più efficaci...

10 Luglio 2019

Scelte radicali per la sanità: un modello aziendale per la medicina di base

scritto da

La sanità italiana ha bisogno di scelte radicali. Scelte che oggi non fanno parte del dibattito, che rompono con alcune tradizioni e spesso toccano forti interessi di parte. Voglio provare, in una serie di articoli, a fare qualche esempio, con alcune proposte. Si tratta di proposte che hanno l'interesse dei pazienti, la loro salute e i loro diritti alla salute (quindi anche l’uso delle risorse scarse a essa dedicate) come unico obiettivo. Sono proposte che cercano di partire dalla situazione attuale, dai suoi problemi e dei punti di forza e delineare un cambiamento realmente ottenibile che possa affrontare uno o più problemi....

03 Luglio 2019

Smart working, la scrivania senza catene. Ecco il futuro del lavoro

scritto da

Un motto classico della cultura americana è “Work hard, play hard”. A mio avviso sarebbe ora di svecchiare questo motto. Perché non parlare di “Work smart, play smart”? Lo smart working può essere scomposto, semplificando, in due macro blocchi: quello virtuale e quello fisico. Entrambe le realtà insistono sul miglioramento della vita del dipendente. Il fattore umano è il tema che spesso interessa gli smart workers. “Sicuramente il primo aspetto che ci ha spinto ad adottare la sperimentazione è costruire una life balance", spiega Cristina Tajani assessore di Milano.“Abbiamo constatato, grazie ad una ricerca (fatta da...

27 Giugno 2019

Circular Economy, l'economia che si rigenera da sola. Siamo pronti?

scritto da

L’autore di questo post è Silvano Joly, country manager di Centric Software Italia, che dal 1995 lavora in aziende high tech seguendo il mercato italiano e del Mediterraneo – L’ultima settimana di maggio è stata per me Connesso Viaggiatore e Propositore di Innovazione sostenibile e circular. È partita male: lunedì il bidone per la raccolta carta era pieno di altri rifiuti e cartoni. Ho guardato gli scatoloni, nota marca di mobili ecofriendly, motto: “Dal 46 costruiamo idee con l'attenzione più accurata a materiali naturali e tecnologia”. Peccato che qualcuno abbia buttato tutto a casaccio, rendendo vano tutto lo...

19 Giugno 2019

Quanto ci costerà scegliere fra carne vera e di laboratorio?

scritto da

L’autore di questo post è Andrea Ciucci, PhD in filosofia contemporanea, prete cattolico, ufficiale della Pontificia Accademia per la Vita. Lavora sui nessi tra antropologia, etica ed esperienza religiosa, con particolare riferimento alle nuove tecnologie, alla comunicazione, alla condizione giovanile e familiare, al cibo. I suoi libri migliori sono per bambini - La nuova emergenza carne arriva dal sud est asiatico, dove da qualche tempo è esplosa una nuova e terribile epidemia di peste suina africana. Anche l’Economist e Nature hanno dato visibilità a quella che potrebbe risultare una delle emergenze alimentari più gravi del...

12 Giugno 2019

Competizione e selezione (a scuola): chi le ha viste, recentemente?

scritto da

L'autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale, consulente aziendale in Italia e all'estero -  La lingua italiana ha virtualmente cancellato due parole essenziali, ma ormai considerate desuete: competizione e selezione. La loro scomparsa, maturata rapidamente nei decenni appena trascorsi per giungere infine al definitivo traguardo odierno, è facilmente osservabile nella vita di tutti i giorni della nostra società, così nel settore privato (quello delle imprese e delle professioni) come nel settore pubblico, ed anche, quindi, nel settore che più dovrebbe, invece, stimolare sostenere promuovere...

05 Giugno 2019

La prosperità e il declino dipendono più dalle regole che dai governanti

scritto da

L’autore di questo post è l’avvocato Matteo Bonelli. Si occupa di societario e contrattualistica commerciale – In questi giorni ho ricevuto messaggi sconfortati e sconfortanti sulla nostra stagnazione cronica, di cui ho scritto recentemente in queste pagine. Alcuni mi invitano a non perdere l’ottimismo della volontà, altri mi indicano pure i nomi di chi potrebbe districarci da questa “matassa senza bandolo” da cui non riusciamo a liberarci da oltre vent’anni. Forse il problema è proprio questo: noi italiani attendiamo dai tempi della Divina Commedia l’arrivo di un fantomatico quanto improbabile salvatore della...

03 Giugno 2019

Salario minimo: proposte del Movimento 5 stelle e Pd a confronto

scritto da

Co-autori del post sono Marco Palladino - classe 1993, laureato magistrale in Economia e Scienze Sociali alla Bocconi e ricercatore associato presso Insead - e Alessandro Zona - classe 1993, laureato Bocconi e ora da più di un anno in Bce - per il think tank Tortuga, tramite il quale pubblicano questo contributo. Archiviate le elezioni europee, è tempo per il governo di tornare a legiferare sui temi nazionali di maggiore urgenza, come l’istituzione di un salario minimo per legge, prioritario per il Movimento 5 stelle. Questa legislatura è stata finora molto prolifica sul tema, con varie proposte provienenti da buona parte...

12 Maggio 2019

Privilegi o merito? Sì all'uguaglianza, ma nelle condizioni di partenza

scritto da

La caduta del Muro di Berlino del 1989 ha reso l’Italia più fragile a livello geopolitico. Il ruolo strategico di Paese in cui al partito comunista non era permesso governare è venuto meno. L’apertura degli scambi commerciali degli anni seguenti – grazie al WTO – ha consentito a Paesi come India e Cina di iniziare un percorso di crescita mostruoso che ha fatto uscire dalla miseria miliardi di persone. Se nei paesi emergenti il miglioramento delle condizioni di vita è stato diffuso, come ci ha spiegato con chiarezza Branko Milanovic con il suo “grafico dell’elefante”, nei paesi occidentali la concentrazione della...

10 Maggio 2019

Lavoro nel Mezzogiorno, così il salario minimo può essere fumo negli occhi

scritto da

Ultimamente si dibatte molto sull'opportunità di introdurre un salario minimo nazionale. Appare pertanto utile interrogarsi su alcune dinamiche distorsive del nostro mercato del lavoro, che affliggono in particolare il Mezzogiorno. In un recente paper, Tito Boeri, Andrea Ichino, Enrico Moretti e Johanna Posch tornano su un argomento già trattato e diffuso in passato. Gli autori criticano il sistema italiano basato sulla contrattazione collettiva nazionale e lo mettono a confronto con il sistema tedesco. Entrambi i sistemi muovono da un modello basato sulla contrattazione collettiva ed hanno in comune delle disparità regionali...