19 Gennaio 2020

Reinventando Keynes. Ecco 3 lezioni per il mondo di oggi

scritto da

Post di Gian Paolo Ruggiero, esperto in economia e finanza internazionale grazie all’esperienza accumulata nel mondo accademico, nella Banche Centrali, nelle Istituzioni internazionali e nella politica economica nazionale dove è attualmente impegnato al Dipartimento del Tesoro Italiano - Una delle idee più geniali e meglio conosciute di John Maynard Keynes (JMK) è sicuramente quella secondo cui una domanda aggregata anemica a causa di una spesa per consumi e investimenti depressa dai cosiddetti animal spirits non favorevoli deve essere contrastata con forza dalla politica fiscale, anche solo per scavare e riempire trincee...

17 Gennaio 2020

Eredità giusta, quanti paradossi. Meglio garantire denari o conoscenze?

scritto da

L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Il Forum Diseguaglianze e Diversità di Fabrizio Barca ha elaborato 15 proposte per la giustizia sociale ispirate al programma di azione di Anthony Atkinson e sta attirando l’attenzione dei media per la numero 15 alla quale il Corriere 7 ha dedicato un articolo di approfondimento. In sintesi, si propone l’introduzione di un’ “eredità universale” del valore di circa 15 mila euro, non condizionata, da corrispondere a tutti coloro che compiono 18 anni, finanziata per circa ¾ da una “imposta sui vantaggi ricevuti”...

11 Gennaio 2020

Industria, quanto è complicato equilibrare sicurezza, economia e politica?

scritto da

Post di Diego Bolchini, docente di analisi delle informazioni per la sicurezza presso l’Università di Firenze in sinergia con la PcM-DIS e collaboratore dello IAI di Roma - A Richard Musgrave (1910-2007) autore di testi fondamentali come il celeberrimo “Teoria della Finanza Pubblica (1959) si deve l’individuazione delle tre funzioni cardinali esistenti nell’ambito della finanza pubblica: quella allocativa, quella distributiva e quella stabilizzatrice (Musgrave Three-Function Framework). Attraverso la funzione allocativa lo Stato, nel contesto dell’economia pubblica, dovrebbe essere in grado di fornire beni e servizi per...

06 Gennaio 2020

Un auspicio per il prossimo decennio: l' Italia si trovi un terapeuta. Bravo

scritto da

Anche se voi vi credete assolti Siete lo stesso coinvolti … Fabrizio De André, Storia di un impiegato, 1973 Fabrizio De André[/caption]     Figura 1. 16 maggio 1991, edicola della stazione FS di Cremona Fonte: Archivio Corriere della Sera I primi dubbi. Giovedì 16 maggio 1991 il giornale costava 1.200 lire e sporcava le mani d’inchiostro. Entrando in stazione scoprii che l’Italia era diventata la quarta potenza mondiale (Figura 1)[i]. A occhio sembrava una bizzarria statistica, ma Andreotti (presidente del Consiglio) e De Michelis (ministro degli Esteri) parevano convinti. Sul treno per Milano iniziai a...

05 Gennaio 2020

Uno spettro si aggira per i Social, è il fantasma della cattiva retorica

scritto da

L'autore di questo post è Massimo Famularo, investment manager esperto in crediti in sofferenza (Npl) - Il fantasma della cattiva retorica applicata all’ideologia politica e alla demagogia sociale è ormai un vero e proprio spettro che si aggira per i Social. Una recente discussione sull'ultimo libro di Luca Ricolfi, offre un'interessante opportunità per analizzare il fenomeno che è potenzialmente dannoso per una corretta informazione del pubblico. Premetto di non avere nessun interesse alla difesa del testo, che a mio giudizio presenta anche passaggi deboli, ciò nondimeno mi pare che proponga una descrizione del paese...

05 Gennaio 2020

Ecco perché la società signorile alla Ricolfi in Italia non esiste proprio. Anzi

scritto da

“La Società Signorile di Massa” è il nuovo libro del sociologo Luca Ricolfi che ha avuto un discreto successo, specie in un certo tipo di pubblico di area lib e libdem, per la sua disamina della società italiana e dei problemi che l’affliggono. Ne ho cominciato a parlare in un post precedente qui su Econopoly. Ecco la seconda parte del mio ragionamento. La tesi di Ricolfi è la seguente:l’Italia non è una società del benessere afflitta da alcune imperfezioni, in via di più o meno rapido riassorbimento, ma è un tipo nuovo, forse unico, di configurazione sociale. La chiamerò “società signorile di massa” perché...

02 Gennaio 2020

Mia mamma di anni 93 deve continuare a lavorare? No, il punto è la produttività

scritto da

“Se torturi i numeri abbastanza a lungo, confesseranno qualsiasi cosa.” Questa massima attribuita al giornalista Gregg Easterbrook si adatta perfettamente a descrivere il non agile libretto morale (267 pagine) “La Società Signorile di Massa” scritto dal sociologo Luca Ricolfi e che ha avuto un atteso e scontato successo, come tanti altri testi simili che pretendono di spiegare in modo semplice, pronti ad essere usati dalla politica, le cause del cosiddetto “declino italiano”. La tesi principe dello scritto è la seguente: “l’Italia non è una società del benessere afflitta da alcune imperfezioni, in via di più o...

30 Dicembre 2019

Sempre più sommersi dai messaggi. Ma email volant e verba manent

scritto da

L’autore di questo post è Silvano Joly, country manager di Centric Software Italia, che dal 1995 lavora in aziende high tech seguendo il mercato italiano e del Mediterraneo – Tempo di feste, di Auguri. Ci siamo arrivati rassegnati a qualche sparuto biglietto postale, centinaia di email, infine la consueta esplosione di sms e messaggi WhatsApp. Poche telefonate, meno ancora gli auguri fatti di persona. Ormai si parla poco e si scrive sempre più, non solo a Natale. Ho quindi pensato di recuperare un vecchio motto latino e dargli una ritoccatina. Mi sono così inventato Email Volant, Verba Manent. Le mail volano, Le parole...

24 Dicembre 2019

Dagli asili nido ai troppi avvocati, lettera speciale a Babbo Natale

scritto da

L’autore di questo post è Costantino Ferrara, vice presidente di sezione della Commissione tributaria di Frosinone, già giudice onorario del Tribunale di Latina, presidente Associazione magistrati tributari della Provincia di Frosinone – Dicembre è il mese che porta con sé il Natale, per la felicità di tutti i bambini che attendono di ricevere i regali, nella magica notte in cui arriva quel misterioso uomo dai capelli bianchi e dal cappello rosso, sulla propria carrozza trainata da renne. Ma chi dice che siano solo i bambini a potersi rivolgere all’omone canuto che la classica letterina sia ad esclusivo loro appannaggio?...

22 Dicembre 2019

Latte artificiale, il grande affare e il rischio di dimenticare la fame

scritto da

L’autore di questo post è Andrea Ciucci, PhD in filosofia contemporanea, prete cattolico, ufficiale della Pontificia Accademia per la Vita. Lavora sui nessi tra antropologia, etica ed esperienza religiosa, con particolare riferimento alle nuove tecnologie, alla comunicazione, alla condizione giovanile e familiare, al cibo. I suoi libri migliori sono per bambini - La recentissima proposta di inserire nella legge di bilancio 2020 un bonus latte per coprire i costi dell’acquisto del così detto latte artificiale per i neonati ha rilanciato, per l’ennesimo volta, il dibattito ormai pluridecennale intorno al commercio dei prodotti...