29 Giugno 2022

Fondi immobiliari quotati, Italia penultima in Europa. Perché?

scritto da

Post di Marco Sironi, Financial Controller, e di Marta Zava, Academic Fellow presso l'Università Bocconi - L’Italia è prima in Europa per valore degli immobili commerciali sul PIL, ma seconda tra gli ultimi per valore totale dell’immobiliare quotato. La differenza con gli altri stati membri è quasi inquietante: in Italia, 1,5 miliardi di dollari di immobili sono quotati, mentre in Germania il dato sale a 134,9 miliardi. Tuttavia, in Italia sono presenti 856,6 miliardi di dollari di immobili commerciali, mentre in Germania appena il doppio, ossia 1.728,4 miliardi. In percentuale? In Italia lo 0,2% degli immobili commerciali è...

15 Giugno 2022

Importazioni, i nuovi benefici (e le responsabilità) per le aziende

scritto da

Post di Paolo Massari e Lucia Iannuzzi, Customs & International Trade Advisors, co-fondatori C-Trade e Overy - “La Commissione e gli Stati membri istituiscono sistemi doganali elettronici sicuri, integrati, interoperabili ed accessibili per lo scambio di dati contenuti in dichiarazioni doganali, documenti di accompagnamento delle dichiarazioni doganali e certificati e per lo scambio di altre informazioni pertinenti”. Era il lontano 15 gennaio 2008, quando il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Unione europea così si pronunciavano nell’incipit della Decisione n. 70/2008/CE; il fondamento giuridico di una rivoluzione...

10 Giugno 2022

I misteri della moneta? Sono le banche centrali a guidare le danze

scritto da

Post di Giovanni di Corato*, Amministatore Delegato Amundi RE Italia SGR - Se vent’anni fa mi avessero chiesto con l’inflazione al 4% a che livello si sarebbero posizionati i rendimenti delle obbligazioni governative a 10 anni avrei risposto sicuramente: al 6%. Perché? Semplicemente perché il tasso d’interesse reale nel lungo termine si è storicamente aggirato in prossimità del 2% in molteplici contesti storico / economici e pertanto che i mercati avrebbero richiesto una simile “remunerazione” reale. Sulla base di tale prospettiva interpretativa, se l’inflazione all’istante t fosse al 2% e all’istante t+1...

17 Maggio 2022

Dopo la grande abbuffata il debito sovrano diventa indigesto

scritto da

La buona notizia, diciamo così, è che nel 2021 i bisogni finanziari dei governi dei paese Ocse si sono stabilizzati. Almeno così racconta l'organizzazione parigina nel suo ultimo outlook sul debito sovrano. Quella cattiva è che questa stabilizzazione segue all'impennata osservata durante la crisi sanitaria. Quindi ci siamo fermati, ma un livello ben superiore a quello a cui eravamo abituati. Perciò la "stabilizzazione" diventa un pericolo improvviso, nel momento in cui si susseguono i segnali che i tassi di interesse sono destinati a crescere dovunque. Le banche centrali d'altronde non possono fare granché per evitarlo,...

11 Maggio 2022

La leadership del dollaro ha poche alternative: ecco le conseguenze

scritto da

Post di Michele Sansone, Country Manager di iBanFirst in Italia - Il Dollar Index - indice che misura il valore del dollaro americano in relazione a un paniere di sei differenti divise, tra cui euro e sterlina - è aumentato del 6,8% dall’inizio dell’anno. Nello specifico, da gennaio si sono riscontrati i seguenti valori: 8,2% contro l’euro e il franco svizzero, 9,7% contro la sterlina e 13,1% contro euro e yen giapponese. Gli investitori istituzionali continuano a essere fiduciosi sulla stabilità del dollaro nel lungo periodo, come sottolineato da un recente report della Commodity Futures Trading Commission (CFTC). Sin dagli...

11 Aprile 2022

Le sanzioni alla Russia spiegate bene e che cosa c'entrano vini e tartufi

scritto da

Post di Giulia De Vendictis, laureata all’Università Luiss Guido Carli, lavora come Trade & Export Finance Officer presso Maire Tecnimont – Mentre il mondo prova a riemergere dalla pandemia, la crisi Russia-Ucraina minaccia il commercio internazionale. La guerra potrebbe far deragliare la ripresa economica e creare ulteriori divisioni tra Paesi. Il quadro sanzionatorio in continua evoluzione costringe gli operatori economici a navigare a vista. Per tutelarsi, occorre prestare la massima attenzione, analizzare le singole operazioni, studiare i codici Taric individuando i prodotti oggetto di restrizioni ed evitare i soggetti...

03 Aprile 2022

La Corte dei Conti e il Pnrr senza progettisti: è il momento della verità

scritto da

La pandemia e le pesanti conseguenze economiche hanno spinto, come ormai noto, l’Unione Europea a formulare una risposta coordinata a livello strutturale con il lancio del programma Next Generation EU, declinato da ogni Stato secondo una propria pianificazione progettuale. In Italia il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR), passato per varie tappe e livelli di definizione, si è trasformato in una serie di programmi e obiettivi che coprono sei aree tematiche: - Digitalizzazione, innovazione, competitività, cultura e turismo - Rivoluzione verde e transizione ecologica - Infrastrutture per una mobilità...

31 Marzo 2022

Possiamo dirci europei? Proposta: un Erasmus per le imprese

scritto da

L'autore è l'avvocato Matteo Bonelli. Si occupa di societario e contrattualistica commerciale. Co-autore del podcast Capitali coraggiosi sul Sole 24 Ore -  Molti ritengono che l’unità ritrovata dei paesi dell’Unione Europea sia l’unico risvolto positivo di questi tempi drammatici. In realtà anche questo lieve ottimismo potrebbe rivelarsi infondato, sia perché ci sono paesi come l’Ungheria che frenano, sia soprattutto perché c’è sempre qualcuno prova a disfare di notte ciò che ha tessuto di giorno. D’altronde non si può nemmeno parlare di unità “ritrovata”, quando una vera unità non c’è mai stata. Ogni...

22 Marzo 2022

Caccia al tesoro delle riserve russe: tutti pazzi per il gioco del momento

scritto da

Post di Maurizio Sgroi, giornalista socio-economico autore e curatore di The Walking Debt, e Luciano Somoza, dottorando in Finanza all'Università di Losanna - Le sanzioni senza precedenti che l’Ue e gli Usa hanno deciso contro la Russia per l’invasione dell’Ucraina serviranno anche a conoscere meglio il modo in cui fino ad oggi ha funzionato uno dei circuiti più sensibili e vitali della nostra infrastruttura finanziaria. Ci riferiamo al complesso universo che ruota attorno alle riserve delle banche centrali, che molto ha a che fare con l'organizzazione internazionale dei sistemi di pagamento. Tutti sanno che le banche...

06 Marzo 2022

La guerra, le sanzioni alla Russia e i rischi che corrono gli italiani

scritto da

Post di Francesco M. Renne, commercialista e revisore, faculty member CUOA Business School, formatore in materie finanziarie e fiscali – Quello che sta accadendo in questi giorni ci pone di fronte ad una (brutale) realtà. La drammaticità di una guerra che (forse) si poteva evitare, ma che invece è qui alle porte e – a prescindere dalle colpe vere o presunte – coinvolge (anche) il nostro Paese, seppur indirettamente. Tutti, credo, auspichiamo che si interrompa al più presto e che non ci siano più vittime (inutili), ripristinando quindi il diritto internazionale e la sovranità di un Paese aggredito, ma al contempo ci...