Econopoly


Numeri idee progetti per il futuro

21 Settembre 2018

Turismo, perché tra Italia e Spagna non c’è partita

scritto da

L'autore di questo post è Luca Martucci, consulente ed esperto di marketing di destinazione - La differenza non è solo nei numeri, viene da lontano, ed è eclatante quando si comparano rispettive strategie e marketing di destinazione. ,I dati del Turismo internazionale in Italia sono spesso confrontati con quelli dei due nostri principali competitor europei, Francia e Spagna, entrambi davanti al Bel Paese nelle classifiche mondiali. Il presunto primato della Francia, nonostante certi fondati dubbi, è generalmente accettato. La tendenza è quindi guardare alla Spagna, destinazione turistica con la quale abbiamo in comune molte...

21 Settembre 2018

Quale futuro industriale per l'Italia, tra la dipendenza da Fca e le scelte del Governo

scritto da

L’Ufficio Studi di Mediobanca ha pubblicato, nel mese di agosto, l’indagine annuale su 2075 società italiane, che rappresentano metà delle aziende manifatturiere con più di venti dipendenti. La lettura dei dati infonde ottimismo, tanto da far titolare la presentazione dell’indagine Quel 2017 da non sprecare...”. Proprio il manifatturiero mostra segni incoraggianti, con +6,1% di crescita, +26% di margine industriale, +14,6% di investimenti. Una crescita che ha praticamente interessato tutti i settori, seppur con numeri diversi. Ad un certo punto, la presentazione dedica quattro slide a Fca, definita “ARBITRO DEL FUTURO...

20 Settembre 2018

Cosa succede davvero in un colloquio di lavoro

scritto da

Il colloquio è uno degli strumenti con cui vengono scelte le persone da parte delle aziende, il più importante. È uno strumento di tipo teatrale (viene messo in scena una rappresentazione, con un copione e una comunicazione di superficie che lascia più o meno vedere cosa c'è sotto). Ed è una situazione dove sapere esattamente cosa sta succedendo fa la differenza per entrambe le parti. Quindi in questo articolo lasceremo da parte ogni political correctness e andremo al sodo, a quello che veramente accade nei colloqui, al di là di ogni retorica In generale chi seleziona ha dentro di sé queste domande (non sono necessariamente...

20 Settembre 2018

Cosa è andato storto in Europa? Trent’anni dopo, rileggiamo il discorso di Bruges

scritto da

L’autore di questo post è Luca Bellardini, dottorando di ricerca in Management ­(indirizzo Banking & Finance) presso l’Università Tor Vergata – Riflettere sugli ultimi trent’anni di integrazione europea non può essere «un’arida cronaca di fatti oscuri nelle polverose biblioteche della storia», per citare il discorso che il 20 settembre 1988 Margaret Thatcher pronunciò a Bruges, nella sede del Collegio d’Europa. Da allora, una pletora di riforme ha cambiato in maniera significativa il volto della Comunità economica europea (Cee), che all’epoca si muoveva dalle buone intenzioni dell’Atto unico (1985) ai...

19 Settembre 2018

Gli azzardi finanziari in Asia e Africa minacciano la grandeur della Cina

scritto da

Quando si parla dei sogni di grandezza della Cina, bisogna ricordare una circostanza messa in luce dal Ocse nel suo ultimo Business and financial outlook: la Cina è un paese che sta sperimentando notevoli complicazioni finanziarie a causa del suo crescente indebitamento interno e della sua altrettanto notevole esposizione esterna verso molti di quei paesi che compongono la Bri, ossia la Belt and road initiative. Non è detto che queste difficoltà provocheranno una crisi, ma è bene ricordarle perché fanno parte del quadro che compone l'economia globale. E quindi ci riguardano assai più di quanto si possa pensare. Cominciamo col...

19 Settembre 2018

La povertà è un equivoco della democrazia?

scritto da

Gli artisti dell'inganno amano giocare sulla tetraggine del mondo del lavoro... Le loro truffe possono avere come oggetto, ad esempio, il recupero di un tesoro... Da lontano tutto può apparire allettante e carico di promesse, semplice e senza problemi. Ciò che offrono, quindi, appare inafferrabile. I manipolatori di fantasie, lasciano che la vittima si avvicini a sufficienza per per vedere ed essere tentata, ma mai abbastanza da smettere di desiderare e di sognare. La verità, al contrario, è fredda, sobria... Grande potere deriva dalla capacità di solleticare la fantasia delle masse. Chi si applica alla verità o alla realtà si...

18 Settembre 2018

Aziende e consumatori, l'urgenza di uscire dallo schema Tom e Jerry

scritto da

Quando mi guardo intorno attraverso i media, e osservo come si comportano le aziende e più in generale tutti gli attori economici mi interrogo su quale sia oggi il significato ed il ruolo del management. La domanda non è banale e non solo per gli addetti ai lavori. Il management è sicuramente una scienza che negli anni ha aiutato le aziende a crescere, a svilupparsi e a valorizzare elementi e asset che oggi definiremmo soft o intangibles come la creatività, l'intelligenza, gli individui che all'interno dell'azienda operano e l'organizzazione fino ad arrivare a coinvolgere i processi decisionali. Negli anni il management ha...

18 Settembre 2018

L’Italia ha bisogno del libero scambio: ecco perché dire no al CETA sarebbe un errore

scritto da

Nel corso di questi ultimi mesi il governo Lega-M5S ha più di una volta fatto intendere che l’Italia non ratificherà il CETA, l’accordo di libero scambio tra l’Unione Europea e il Canada. Lo ha detto chiaramente a giugno il ministro dell’agricoltura Gian Marco Centinaio, e più recentemente, a luglio, ha avanzato dubbi anche il vice Presidente del Consiglio Luigi Di Maio. Ad oggi il governo non ha ancora annunciato quando intenderà avviare il dibattito parlamentare sulla (non)-ratifica dell’accordo. Dopo essere entrato in vigore, in modo provvisorio, a partire dal 21 settembre 2017, il CETA deve adesso essere ratificato da...

17 Settembre 2018

Web e buoni sconto: così le famiglie risparmiano nel carrello della spesa

scritto da

L'autrice di questo post è Mariachiara Marsella, co-founder e web marketing manager di BEM Research - La crisi finanziaria ed economica che ha colpito l’Italia negli ultimi 10 anni circa ha determinato forti conseguenze sulle famiglie. Ad oggi il reddito pro-capite degli italiani, depurato dall’effetto dell’inflazione, è ancora al di sotto del livello osservato prima della crisi e probabilmente continuerà ad esserlo anche nei prossimi anni. Questo significa, sostanzialmente, che ad oggi le famiglie non possono permettersi di acquistare la stessa quantità di beni e servizi che acquistavano un decennio fa. Tuttavia questi...

16 Settembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella del pasticcio sul decreto per Genova)

scritto da

A un mese dal disastro che ha provocato la morte di 43 persone e gettato nel caos una città abbiamo un decreto che manca di tutti gli elementi essenziali per prendere delle decisioni su Genova. È una sconfitta, grave, per il Governo autoproclamatosi del cambiamento. Finora di cambiamento c'è stato solo quello al vertice della Consob (il successore di Mario Nava, però, non si sa ancora chi possa essere. O forse sì?), la cui presidenza è stata decapitata senza riguardo per la competenza del malcapitato. Un altro cambiamento potrebbe essere quello del ministro Tria se non ci sarà intesa sulla Legge di Bilancio. Cambiamento deteriore,...