13 Settembre 2018

Nava si è dimesso dalla Consob. Ma quante sono e cosa fanno le authority?

scritto da

L’autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale (CFO, CEO), consulente aziendale in Italia e all’estero, giornalista pubblicista – Il mondo è complesso, e per renderlo un poco più complesso che cosa c’è di meglio che farlo controllare da una, anzi: tante e crescenti, “authority”? Che cosa sono, che cosa fanno (e/o non fanno), quanto costano e quante sono? E soprattutto, si coordinano fra loro nell’encomiabile compito di controllare come funzionano concorrenza, rispetto delle regole, servizi di utilità pubblica, difesa dei consumatori e delle parti deboli della nostra...

12 Settembre 2018

Una proposta a Tria per riformare l'Irpef

scritto da

Come riformare il sistema contributivo italiano e, in particolare, l’IRPEF? Come rendere la tassazione più equa nei confronti dei lavoratori autonomi? Come combattere evasione e precariato? Sono tutti temi centrali della campagna elettorale e dell’attuale compagine di governo: la proposta della flat tax da parte della coalizione di centro-destra e il ddl dignità del ministro Di Maio sono due esempi lampanti. Perciò è importante approfondire quali siano le problematiche e quali possano essere le possibili soluzioni per combattere questi fenomeni. In occasione di Hackitalia, un evento organizzato il primo febbraio 2018 da Tortuga,...

10 Settembre 2018

Contrastare la corruzione? Si può fare se...

scritto da

L'autore di questo post è Giuliano Bastianello, imprenditore recentemente premiato con una menzione speciale al Premio Giorgio Ambrosoli per aver denunciato appalti truccati - Mi permetto di aggiungere qualche riflessione all’intervento di Carlo Nordio, pubblicato sul Messaggero del 4 settembre, nel quale l’ex procuratore veneziano muove le sue critiche al DDL anticorruzione ed a quelli che chiama i “soliti arnesi” messi in campo dal Governo per combattere il fenomeno: pene più severe e nuovi reati sono buoni per la propaganda ma inutili a contrastare una pratica tanto diffusa quanto a basso rischio di sanzioni. Ritengo...

07 Settembre 2018

Bentornati a Fantasilandia!

scritto da

Pubblichiamo una analisi di Gianluca Codagnone, direttore generale della brokerage house Fidentiis - Da qualche giorno i quotidiani hanno iniziato a trattare le discussioni sulla pubblicazione del DEF (Piano di finanziamento delle finanze pubbliche del governo di 3 anni) e sulla legge di bilancio del 2019. Di seguito riassumiamo il calendario dei prossimi appuntamenti clou: DATE 27-Set Aggiornamento del DEF 15-Ott Invio DEF alla Commissione Europea 20-Ott Legge di Bilancio in Parlamento 30-Nov Primo giudizio di Bruxelles sulla Legge di Bilancio 31-Dic Scadenza per...

07 Settembre 2018

Nel cambiamento promesso è incluso l'abbandono delle periferie?

scritto da

L’autore di questo post è Fabio Fimiani, giornalista professionista, temporaneamente capo di gabinetto del sindaco di Pavia. In aspettativa da Radio Popolare è collaboratore della Confederazione Italiana Agricoltori di Milano e di Consumatori di Coop Lombardia. È stato assessore all’ambiente di Sesto San Giovanni, è maestro assaggiatore di formaggi Onaf, e cura l’omonimo blog sulla sostenibilità fabiofimiani.it In questi giorni alla Camera dei Deputati è in discussione la conversione in legge del decreto cosiddetto Milleproroghe, già votato all’inizio di agosto al Senato. Tra i provvedimenti decisi dal governo c’è...

06 Settembre 2018

Il ponte Morandi e lo scollamento fra realtà e immaginazione

scritto da

L’autore di questo post è Corrado Griffa, manager bancario ed industriale (CFO, CEO), consulente aziendale in Italia e all’estero, giornalista pubblicista – Il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti ed altri membri del governo hanno affermato che la ricostruzione del ponte Morandi sarà eseguita da una società pubblica e non dalla concessionaria Autostrade per l’Italia, che sarà chiamata al pagamento della ricostruzione stessa (abbattimento della parte restante del viadotto crollato, progettazione, costruzione). Tenuto conto della tipologia di intervento, della normativa in essere, della convenzione di concessione,...

06 Settembre 2018

L'Italia ce la farà? Ecco tre scenari

scritto da

L’autore di questo post è il professor Enrico Colombattodocente di Economia all’università di Torino, autore di L’Economia Che Serve. Il post è stato pubblicato su GIS Reports  –  La precarietà dei conti pubblici italiani è cosa ben nota: il debito pubblico del Belpaese ammonta a circa il 132 per cento del prodotto interno lordo, il deficit potrebbe facilmente raggiungere il 3 per cento del Pil alla fine di quest’anno e l’economia sta crescendo a un tasso annuo dell’1,2 per cento circa. Insomma, l’elevato indebitamento pubblico rende l’Italia vulnerabile a un aumento dei tassi di interesse, mentre la...

05 Settembre 2018

Salvini fa inversione a U. Ha vinto il partito dei risparmiatori evocato da De Gasperi

scritto da

Con una inversione a U, il vice premier Matteo Salvini, consigliato da Massimo Garavaglia e Giancarlo Giorgetti, ha abbandonato la spada e si è allineato – alla stregua di uno statista – alle indicazioni del ministro dell’Economia Giovanni Tria. Nell’intervista al Sole 24 Ore, Salvini, dopo aver invocato per mesi l’abbandono dei Trattati europei e lo sfondamento del 3% del Patto di Stabilità e Crescita (evoluzione del Trattato di Maastricht del febbraio 1992), ha dichiarato che “l’obiettivo è mantenere il rispetto dei vincoli e delle regole esterne imposte, di non sforare alcunché”. Parole che i mercati finanziari...

04 Settembre 2018

L'incredibile ritorno in auge del settore pubblico: dobbiamo crederci davvero?

scritto da

L’autore di questo post è l'avvocato Matteo Bonelli. Si occupa di societario e contrattualistica commerciale – All’improvviso il settore pubblico sembra essere tornato di moda: da negletto e denigrato per decenni, ci viene oggi riproposto come panacea del mercato. Così assistiamo stupiti al rilancio di idee che fino poco tempo fa sarebbero sembrate assurde: dal mantenimento del controllo pubblico di Montepaschi, Alitalia e forse anche Ilva, alla nazionalizzazione di Autostrade. Strano a dirsi, tutte le cure del nostro mercato malato – o “d’azzardo” come lo definì Guido Rossi – si troverebbero proprio nel nostro...

16 Agosto 2018

Ponte Morandi, l'irrazionalità dopo la tragedia e la tentazione di rinazionalizzare

scritto da

Reagire ad una tragedia come quella del Ponte Morandi in maniera lucida e razionale non è semplice. Troppa la rabbia, la commozione e la frustrazione per non aver impedito un evento che, forse, si sarebbe potuto evitare. Eppure, le istituzioni dovrebbero mostrare fermezza e lucidità, senza cedere pedissequamente alle pulsioni della piazza che - inevitabilmente - cerca vendetta per le troppe vittime innocenti. Ma allora come dovrebbero reagire le istituzioni all'indomani di un tale dramma di cui, ancora, non si conoscono le definitive proporzioni? Lasciando ai tecnici ciò che è di loro stretta competenza, cercheremo di analizzare...