Alberto Annicchiarico

16 Dicembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella dell'indietro tutta del Governo)

Ormai una sola cosa è certa per quanto riguarda le scelte del Governo: nulla è sicuro. Le ipotesi di modifica, limatura, correzione, aggiustamento in corsa della manovra, e in fin dei conti triplo salto carpiato degli eroi da balcone, non si contano più. La legge di bilancio dovrebbe essere approvata entro l'anno e il Governo è ancora lì a rincorrere i vertici notturni. Gli altolà di Bruxelles hanno trovato una sponda efficace nei mercati. Più che Moscovici ha potuto lo spread. Lo hanno capito soprattutto gli elettori della Lega. E così mentre Salvini guardava il Milan perdere ad Atene forse rifletteva anche sul fatto che il...

09 Dicembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella della fiducia alla manovra)

Eravamo abituati a goderci lo spettacolo della legge di bilancio, la manovra, scritta e riscritta come fosse una tela di Penelope. Ma una volta erano i buoni propositi, magari la necessità proclamata di fare austerity, a crollare miseramente sotto i colpi del ricorrente assalto alla diligenza finale. E così quel che doveva passare come sobrio e asciutto, finiva per essere barocco e dispendioso. Il tutto in un grande classico di fine anno: il maxi emendamento, da votare con la fiducia del Parlamento. Quest'anno dapprima i proclami che inneggiavano allo spendere ed espandere. Sì, espandere, perché la pretesa era piegare l'economia...

02 Dicembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella del Pil negativo)

E così l'economia, lungi dal correre, frena. A poco sono valsi i proclami di alti esponenti di Governo e le relative professioni di ottimismo. L'Istat ha certificato in settimana che il Pil ha registrato la prima contrazione, pur di uno 0,1%, dopo quattordici trimestri consecutivi di crescita. Oltretutto si ferma anche la produzione industriale, -0,5% in novembre su ottobre secondo i dati di Confindustria, che parlano anche di calo degli ordini: -0,3% su ottobre (-0,8% su novembre 2017). Ovviamente la lettura della maggioranza è che se siamo a questo punto è colpa di quelli prima e non del clima di incertezza che scoraggia gli...

25 Novembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella della manovra bocciata dall'Europa)

L’Italia non cambia i numeri della manovra, ma ne pagherà il prezzo, ha titolato in settimana la rete tv americana Cnbc. È una frase che fotografa piuttosto efficacemente la situazione. La Commissione europea ha bocciato giovedì la manovra italiana, definendo giustificabile l’apertura di una pesante procedura d'infrazione per deficit eccessivo legato al debito. Sempre in settimana sono arrivate le stime sulla crescita di Istat e Ocse, che non sono emanazioni ordoliberiste di qualche governo nordeuropeo. Ebbene, nessuno la pensa come chi comanda al Tesoro, il Pil italiano difficilmente crescerà secondo le rosee previsioni del...

18 Novembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella della festa per il Pil tedesco in calo)

Nella settimana che si è conclusa un dato salta all'occhio: per la prima volta dal 2015, nel terzo trimestre, il Pil della Germania è sceso - dello 0,2% - rispetto al periodo precedente. A pesare soprattutto la frenata dell’industria dell’auto. Eurostat ha ricordato che nello stesso periodo l’Italia ha fatto segnare una crescita zero, mentre l’Eurozona è cresciuta dello 0,2%. Ed ecco che in tanti, sui social, hanno festeggiato. Gli sta bene ai tedeschi, vedi che anche loro sono in difficoltà? Vedi che i tempi di magra arrivano per tutti? Sovranismo d'accatto, che non tiene conto di alcuni piccoli particolari, tipo che...

11 Novembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella che Tria all'Europa: non sai fare di conto)

Si era visto di tutto, in Italia e nel mondo. Ma non ancora un ministro che rimbrotta la Commissione Europea dicendole che non sa fare i conti. È successo questa settimana, che verrà ricordata anche per questo. Se non altro perché fra un po' di mesi saremo qui a prendere atto delle capacità del professor Tria oppure a leccarci le ferite dell'ennesima manovra italiana scritta sull'acqua. A fare di conto sono abituati gli autori del pezzo più letto della settimana su Econopoly. Sono Sergio Cesaratto e Antonino Iero. Ecco il post: È il tasso di interesse, bellezza! Per rimanere in tema Bruxelles ecco cosa dicono a proposito del...

04 Novembre 2018

Una settimana di Econopoly (quella del Pil tornato a zero)

Come avesse capito che dal Governo e dalla sua manovra dal sapore pre-elettorale una vera spinta non potrà venire, l'economia italiana si è inchiodata. Lungi dal lasciar presagire galoppate gloriose (per dire, le stime del Tesoro sul 2019 - +1,5% - sono ritenute un esercizio di fantasia da qualunque ufficio studi della galassia) le scelte di politica economica sono pensate per accontentare le rispettive basi elettorali e per scontentare le menti dotate di minimo raziocinio. Che poi, a ben vedere, dalla manovra sono magicamente scomparsi due dei provvedimenti che massimamente avrebbero dovuto caratterizzarla, ovvero il reddito di...

28 Ottobre 2018

Una settimana di Econopoly (quella della bocciatura più veloce di tutte)

La parte più divertente di questa complicata e, in un certo senso, tragica fase della storia italiana è tenere conto di quante volte un politico con incarichi istituzionali possa cambiare opinione e rimodulare le proprie dichiarazioni in funzione della realtà che gli si presenta davanti. Occorrerà tenere bene a mente le frasi sulla manovra che "rimane tale e quale" e che sarà rispedita alla Commissione europea senza cambiamenti al testo. Da qui a dicembre, fino alla definitiva approvazione, ne vedremo certamente delle belle. Speriamo solo che alla fine il conto non sia troppo salato. E quindi è stata la settimana della bocciatura...

21 Ottobre 2018

Una settimana di Econopoly (quella che Moody's declassa l'Italia)

È arrivato venerdì sera, per nulla inaspettato. Il declassamento da parte di Moody's del rating sul debito sovrano era stato preannunciato il 26 maggio. Da allora nessuno degli atti del governo a trazione legastellata ha spinto gli analisti dell'agenzia a cambiare opinione. Tantomeno il Documento programmatico di bilancio, con tutti quei numeretti che dalle parti di New York devono essere sembrati piuttosto stravaganti. Un esempio? Le stime di crescita, giudicate anche dalla Commissione europea inattendibili. E non è passato inosservato uno dei possibili motivi per i quali la bocciatura è stata appena mitigata, mantenendo l'outlook...

14 Ottobre 2018

Una settimana di Econopoly (e le nuvole nere su Wall Street)

La settimana ormai alle spalle è stata fra le più volatili degli ultimi tempi, sui mercati. Wall Street venerdì ha inanellato la sesta seduta consecutiva in rosso. Non un evento di tutti i giorni. E in tanti si chiedono se questo non sia il segnale di una sterzata decisa, premessa per un vero cambio di direzione. Il punto di svolta passa per il rendimento dei Treasury a dieci anni, che con uno scatto si sono portati al 3,2%, cambiando gli equilibri. Si incomincia a guardare con sempre maggiore interesse ai tassi Usa, in particolare se confrontati alle azioni, mediamente care. E insomma, qualcosa potrebbe cambiare, anche perché la...