Alberto Annicchiarico

19 Agosto 2018

Una settimana di Econopoly (quella di Autostrade e ponte Morandi)

È stata una settimana pesantissima. Il 14 agosto è crollato il ponte Morandi. Italia sotto shock: le sue infrastrutture improvvisamente sono molto meno sicure, persino di quel che si credesse. Ovviamente i post più letti hanno riguardato la terribile tragedia di Genova. Il numero uno è addirittura un post di gennaio 2016, che approfondiva temi ora molto attuali: le concessioni autostradali infinite, un'altra anomalia italiana. Buona lettura. (Clicca sull'immagine). Ma non c'è solo ponte Morandi. Ecco gli altri post più letti della settimana. Neoliberismo in Italia: chi l'ha visto? (di Corrado Griffa) Tutto il...

20 Giugno 2018

Smart working, l'Italia arranca. E gli uomini superano le donne

La percentuale di lavoratori occupati tra i 15 e i 64 anni nell'Unione europea (Ue) che solitamente non lavorano in ufficio ma utilizzano la casa o altre postazioni è stata in media pari al 5% nel 2017. Lo ha certificato Eurostat. La percentuale più alta è stata registrata nei Paesi Bassi (13,7%), seguiti da Lussemburgo (12,7%) e Finlandia ( 12,3%). Fanalini di coda Bulgaria (0,3%) e Romania (0,4%). Lavorare da casa è risultato leggermente più comune nell'eurozona (5,7% degli occupati) rispetto all'intera Ue. L'Italia? Da noi esiste una legge, la 81/2017, che regolamenta il cosiddetto lavoro agile o smart working, ma siamo ben sotto...

11 Giugno 2018

Con Tria la Borsa va a rimbalzo, ecco perché i mercati apprezzano

Non si hanno ancora notizie sull'improvvisa afasia accusata da diversi esponenti della coalizione giallo-verde all'indomani della sorprendente intervista al Corriere della Sera del ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria. Il professore ha di fatto rovesciato le tesi portanti dei programmi delle forze politiche che lo hanno accomodato sulla poltrona di via XX Settembre. Sarà perché erano tutti un po' presi dai risultati delle amministrative - c'era da capire da che parte sarebbe andata la bilancia e, come si è visto, la Lega ha certamente predominato - sarà perché qualcuno non ha capito tanto bene cosa ha detto il...

02 Giugno 2018

E adesso che il governo Conte decolla, che cosa preparano i mercati?

E dunque, habemus il Governo Conte. Evviva. E adesso? Dopo settimane di polemiche su retorica antiEuro e piani B, via via opportunamente depotenziati dalle dichiarazioni dei protagonisti, finalmente sarà la realtà a dirci come stanno davvero le cose. Aspettiamo con una certa innegabile ansia. Il punto più controverso della lista dei 18 ministri com'è noto - si osserva in un report firmato da Gianluca Codagnone, direttore generale di Fidentiis - era il titolare del Tesoro. "Alla fine è passato il nome di Giovanni Tria, studioso del professor Paolo Savona, mentre Savona è stato nominato ministro delle Politiche comunitarie. Si...

11 Gennaio 2018

Quanto valgono studenti stranieri e immigrati? 10 volte quel che costano

Numero che balza all'occhio dalle letture della mattina. È in una infografica pubblicata dal Financial Times e rappresenta l'apporto degli studenti e degli immigrati (dall'Unione europea e non) all'economia britannica. Ben 23 miliardi di sterline a fronte di 2,3 miliardi di costi stimati. Mentre in Italia si pensa a come sperimentare la formula dei quattro anni nei licei e negli istituti tecnici e si dibatte (anche qui su Econopoly) sull'università gratuita, nel Regno Unito la scuola crea valore, e parecchio, per l'economia nazionale. Piuttosto che studiare soluzioni fantasiose potremmo prendere esempio, che ne dite? O abbiamo anche...

31 Dicembre 2017

I dieci migliori post di Econopoly nel 2017!

I più letti non sempre corrispondono ai migliori o ai più rappresentativi. Ecco perché ho voluto stilare un elenco (non è una classifica) dei 10 top post secondo me, quelli che in qualche maniera interpretano meglio lo spirito di Econopoly. Riflessioni che sono anche anticipatorie di quel che verrà. Numeri, idee, progetti per il futuro: questo blog, che i lettori hanno promosso allo status di piattaforma aperta ai contributi di menti libere, vive soprattutto del sostegno dei suoi contributor senior, quelli che Econopoly lo hanno sognato e progettato insieme a chi vi scrive. Buona lettura e rilettura. E buon 2018. Ci meritiamo un...

30 Dicembre 2017

I dieci post più letti di Econopoly nel 2017

Mi è stato fatto notare che Econopoly spazia troppo, che gli argomenti sono eccessivamente vari, che non si vede una vera linea editoriale. Ho sempre risposto, e continuo a farlo, che esattamente questa è la linea editoriale, l'idea da cui è nato questo blog ben presto diventato piattaforma: contributi di manager, professionisti, economisti, docenti, giornalisti (purché non siano giornalisti del Sole, già liberi di esprimersi sui loro blog) che parlino di economia e, molto semplicemente, valgano la pena di essere letti. Qualche volta questo significa essere in perfetta sintonia con il quotidiano Sole 24 Ore, altre volte meno. E...

11 Dicembre 2017

Ma il bitcoin è veramente il nulla, come si sente dire in giro?

Domenica ho postato su Facebook un lungo articolo dell'economista Paolo Savona, molto critico nei confronti del bitcoin e della corsa all'oro che si è scatenata nelle ultime settimane, facendo volare la quotazione sino verso la soglia dei 20mila dollari. E mi ha sorpreso, ma fino a un certo punto, che ne sia nata un'accesa discussione, per alcuni versi molto stimolante, che probabilmente produrrà qualche nuovo post per Econopoly. Intanto, però, come ho iniziato a fare con questo thread di Alessandro Guerani, nostro contributor sin dagli inizi, ho pensato di condividere la discussione con i lettori di Econopoly. Spero possa essere...

30 Maggio 2017

Le vite online e la guerra silenziosa sui dati (e chi la perderà)

Nelle grandi praterie del web le nostre azioni hanno in comune un piccolo particolare che tanto piccolo non è: si tratta di dati da cui estrarre valore e attorno ai quali si è scatenata una competizione senza esclusione di colpi. Nettamente avvantaggiati i grandi player e in serio svantaggio banche, assicurazioni e compagnie telefoniche. Vediamo come in questo video con Enrico Verga e Alberto Annicchiarico. Twitter @EnricoVerga @albe_