Econopoly

25 Febbraio 2021

Un bilancio della riforma Brunetta della PA ora che è tornato ministro

Post di Alessandro Guidi Batori per Neos, think magazine di studenti universitari. Alessandro è collaboratore parlamentare e ha conseguito un master of arts in Public administration management all'università LUISS Guido Carli - Politica valutata: Legge 6 agosto 2008, n. 133; legge 4 marzo 2009, n. 15; decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (provvedimenti costituenti la cd. Riforma Brunetta). Obiettivo: Incrementare la produttività della pubblica amministrazione mediante riduzione del tasso di assenteismo. Impatto: Moderatamente positivo. Introdotti criteri di accountability, trasparenza, e di pianificazione delle performance...

23 Febbraio 2021

Gamestop, né buoni né cattivi. Ma la democratizzazione è un'altra cosa

Post di Franco Becchis, economista e scrittore. Becchis è direttore scientifico della Turin School of Regulation e di Observatory on Digital Markets and Platform Regulation. Ultimi libri : L’Incarico (Castelvecchi 2018), Bestiario di Finanza (Castelvecchi, 2016) -  Negli anni sessanta, prima della diffusione di massa del telefono, per fare un contratto bisognava uscire di casa, prendere l’auto o la bici, incontrare la persona: il tutto poteva richiedere ore. Il telefono ha ridotto completamente questi costi di transazione, che oggi con gli smartphone sono uguali a zero. Nella finanza il processo è stato un po’ più lento,...

22 Febbraio 2021

Non basta un super-ministero a sciogliere i nodi della transizione ecologica

L’autore del post è Enrico Mariutti, ricercatore e analista in ambito economico ed energetico. Founder della piattaforma di microconsulenza Getconsulting e presidente dell’Istituto Alti Studi in Geopolitica e Scienze Ausiliarie (IsAG). Autore di “La decarbonizzazione felice”  Quando giovedì 10 febbraio è trapelata la notizia che il presidente del Consiglio incaricato Mario Draghi era intenzionato ad accorpare alcune deleghe del Ministero dello Sviluppo Economico a quello dell’Ambiente, dando vita a un super Ministero della Transizione Ecologica. Greenpeace, Legambiente e WWF hanno salutato l'annuncio come una...

19 Febbraio 2021

Sanità, i bravi professionisti non bastano. È l'ora di una rivoluzione tech

Post di Antonio Spera, amministratore delegato e presidente GE Healthcare Italia -  La situazione di emergenza sanitaria generata a livello mondiale dalla pandemia di Covid-19 ha evidenziato in modo dirompente due necessità non più rimandabili per il settore: l’ammodernamento tecnologico e la trasformazione digitale. La sanità italiana oggi si trova di fronte a sfide estremamente impegnative ma anche a nuove opportunità che è importante cogliere e indirizzare in modo da ottenere risultati tangibili in termini di efficientamento del sistema sanitario. Le risorse del Recovery Fund – con i fondi destinati alla sanità passati...

18 Febbraio 2021

Vaccini e brevetti: quello che le holding e i governi non dicono

Post di Tancredi Buscemi, dottorando in Economics all’università di Perugia; l’autore si  occupa di Storia Economica e principalmente di Questione Meridionale e disuguaglianze regionali –  Il 12 dicembre 1997 è sicuramente una data che ai più non sortisce alcun effetto eppure è la pietra miliare di un’affermazione storica che in questi giorni dovrebbe essere più attuale che mai e invece non lo è per nulla. Si discute molto del problema dei vaccini e del fatto che non ci siano dosi sufficienti da distribuire nei paesi dell’Unione Europea ma molto poco del perché i governi siano così timidi nel prendere in mano la...

16 Febbraio 2021

Family business, in Italia la priorità è un piano di successione: in 6 mosse

Post di Eleonora Maglia, giornalista. Eleonora svolge attività di ricerca e pubblicazione per il Centro di documentazione Luigi Einaudi di Torino – Il 65 per cento delle imprese italiane è di tipo familiare e, secondo il Global Family Business, l’Italia si colloca al settimo posto tra i Paesi che ospitano le prime 500 società familiari al mondo. Con un aumento del numero dei leader ultra-settantenni dal 17 per cento al 25,5 per cento in un decennio e con dati secondo cui meno del 30 per cento delle aziende familiari supera il terzo passaggio generazionale, preparare un piano di successione risulta prioritario per i family...

15 Febbraio 2021

L’incapacità di dire no in azienda e l’influenza negativa sulle decisioni

Post di Jacopo Pagni, laurea triennale presso l’Università di Pisa in Economia Aziendale e laurea magistrale presso l’Università di Roma La Sapienza in Business Management. Intern presso l’Innovation Center di Intesa Sanpaolo – Il silenzio e l’inazione dei membri di un gruppo rappresentano un notevole ostacolo in un processo decisionale. In questi casi, il gruppo decisionale non arriva né ad una discussione né ad una soluzione, o peggio, rischia di giungere ad una decisione non voluta e non supportata. Questa situazione di impasse è ben descritta in termini comportamentali e definita come ignoranza pluralistica. Il...

11 Febbraio 2021

Caos accertamenti: emissione entro il 31 dicembre o il 25 marzo?

L’autore di questo post è Costantino Ferrara, vice presidente di sezione della Commissione tributaria di Frosinone, già giudice onorario del Tribunale di Latina, presidente Associazione magistrati tributari della Provincia di Frosinone – Con la conclusione del periodo d’imposta 2020, rimane un forte dubbio sui termini per l’emissione degli atti tributari con originaria decadenza al 31 dicembre. La successione di norme avutasi con i vari decreti anti-Covid ha generato non poca confusione, al punto che non appare del tutto chiaro se tali atti dovevano essere “emessi” (quindi formati e sottoscritti) entro il 31 dicembre...

10 Febbraio 2021

Così il caso Gamestop ha messo in luce l'avanguardia di un mondo nuovo

Post di Mariano Giovanni Carozzi, lunga esperienza nel mondo fintech e membro del board di Young platform, uno degli exchange crypto italiani emergenti; opera of counsel nello studio legale Annunziata&Conso -  Quando guardi un’insegna e la riconosci si crea un legame tra te e quella macchia di colori, ed è proprio quello che è successo a me con Gamestop. Ma chi, con figli oggi già grandi ma ieri preadolescenti, non è stato trainato davanti alle vetrine di uno di questi negozi durante un sabato di corvée in un centro commerciale? Quindi anche senza sapere alcunché della sua storia e del suo bilancio Gamestop è sembrato...

09 Febbraio 2021

Investimenti più che ristori. La rinascita non passa dalla movida

L’autore di questo post è Antonino Iero, oggi in pensione, già responsabile del Centro Studi e Ricerche Economiche e Finanziarie di UnipolSai– La pandemia che sta tenendo in scacco buona parte del pianeta ha avuto effetti particolarmente rilevanti su Paesi occidentali. Vi sono numerose ragioni che spiegano tale risultato, non ultima delle quali la limitata incisività dell'intervento di molti governi democratici che, a differenza di quanto accade nelle nazioni a regime autoritario, hanno dovuto tenere conto del rispetto, almeno parziale, delle libertà individuali. Ciò forse ha reso meno efficace l'intervento di contrasto alla...