Filippo Poletti

Top voice ufficiale di LinkedIn in Italia, classe 1970, cura dal 2017 su LinkedIn la rassegna quotidiana dedicata ai cambiamenti del mondo ed è promotore del portale Rassegnalavoro. Ogni giovedì, su LinkedIn, conduce il talk New Normal Live dedicato alla “nuova normalità” sul mondo del lavoro. Giornalista professionista ed ex consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, ha scritto per più di 30 testate nazionali e locali. Si occupa di comunicazione digitale aziendale. Saggista, tra i suoi libri “Tempo di IoP: Intranet of People” dedicato alla comunicazione interna d’impresa. Formatore aziendale, collabora con il MIP Politecnico di Milano. PROFILO LINKEDIN: https://www.linkedin.com/in/filippopoletti/ NEW NORMAL LIVE: https://www.linkedin.com/company/new-normal-live/?viewAsMember=true TEMPO DI IOP: https://tempodiiop.it/
08 Aprile 2024

TikTok invita alla lettura (di romance): autori ed editori festeggiano

Qualcosa sta accadendo grazie anche al passaparola dei social media e, in particolare, di TikTok e dell’hashtag BookTok: TikTok fa ballare di gioia i lettori di romance, gli autori e gli editori. Negli ultimi cinque anni la spesa in acquisto di romance in Italia, ossia di romanzi d’amore, fiction erotiche e chick lit (il genere che racconta le storie di ragazze single o di donne in carriera in grandi città), è più che raddoppiata, passando da poco più di 22 milioni a 48 milioni. I dati sono dell’ufficio studi dell’Associazione italiana editori, raccolti in uno studio dal titolo “Cinquanta sfumature di romance: l’onda...

12 Febbraio 2024

Giovani veneti, basta fabbrica. Fuga all’estero per soldi e carriera

Come attrarre i giovani veneti? I giovani non vogliono più lavorare in fabbrica: migrano all’estero per soldi e carriera, che Galileo Galilei fece a Padova. È il paradosso veneto: i laureati e laureandi cercano fuori dall’Italia di acquisire professionalità, fare una progressione professionale e guadagnare bene.Galilei trovò tutto questo nel 1592 a Padova, dove si trasferì da Pisa per ricoprire la cattedra di matematica, rimasta vacante dopo la morte di Giuseppe Moleti. I talenti, dunque, fuggono dal Veneto per le stesse ragioni per cui il padre del metodo scientifico si spostò a Padova nel Rinascimento. Eppure, le aziende...

08 Gennaio 2024

Braccia rubate dall'IA? Ecco 1000 offerte di lavoro su LinkedIn

Ecco 1000 offerte di lavoro sull’intelligenza artificiale su LinkedIn in Italia: si va dal software engineer all’esperto di statistica e machine learning, dall’algorithm engineer al docente di reti generative. Si va da nord a sud, dal Piemonte e dalla Lombardia alla Sicilia. È quanto risulta facendo una ricerca tramite il motore di ricerca del social media dedicato ai professionisti: ben 40, infatti, le pagine con annunci recenti e attivi per un totale di 1000 opportunità di lavoro al fianco di aziende come Amazon, Intesa Sanpaolo, Electrolux, Zucchetti, IBM, Avanade, Leonardo, Brembo, Alten, Salesforce, Armani e Diesel. Profili...

29 Dicembre 2023

Le 10 parole del lavoro del 2023 su LinkedIn: da parità a settimana corta

Le 10 parole del lavoro del 2023 su LinkedIn? Scopriamole grazie ai post che hanno suscitato più interesse. Proviamo a ripassarle tramite l’hashtag #RASSEGNALAVOROIT, indicando le parole chiave dell’anno. PAROLE DELL'ANNO 2023: CERTIFICAZIONE DI PARITÀ DI GENERE Considerando le parole del lavoro del 2023, nel corso dell'anno c’è stata una corsa alla certificazione di genere da parte delle aziende. Non è mancato quasi un giorno, dalla seconda metà dell’anno in poi, che non abbiamo registrato una new entry nella lista delle imprese certificate: merito anche del Pnrr che l’ha indicata come una priorità per «promuovere una...

17 Luglio 2023

Fuga dei talenti, tutta una questione di soldi e carriera

“Pensavi solo ai soldi, soldi”, canta Mahmood, due volte vincitore di Sanremo. Potrebbe essere questa la colonna sonora della fuga dei talenti o dell’“Italia migrans”, il Paese che emigra all’estero. Partono in tanti, tornano in pochi: ben 5,8 milioni sono gli italiani iscritti all’Aire, l’anagrafe degli italiani residenti all’estero. Nel 2020 (secondo gli ultimi dati disponibili) il saldo migratorio, ossia la differenza tra quanti sono tornati e quanti sono partiti, è risultato negativo, pari a 65 mila unità. E ancora: nel 2022 il nostro Paese ha perso lo 0,5 per cento di popolazione residente, cresciuta all’estero...

31 Maggio 2023

In Italia 143 senior ogni 100 junior, ma per i giovani lavoro in crescita

Ombre, ma anche luci. Ed è bene parlarne. Il ricambio generazionale è stato azzerato e la struttura della popolazione attiva è molto squilibrata: per ogni 143 senior ci sono 100 junior. Il quadro del collocamento, tuttavia, non è così negativo: se consideriamo il tasso di occupazione giovanile della fascia 15-24 anni, scopriamo che in Italia è aumentato del 13 per cento nel 2022 rispetto al 2021 e del 5 per cento per la fascia 25-34 anni. I settori dei servizi, del terziario avanzato, profit e non profit, sono gli ambiti in cui a livello nazionale i nuovi lavoratori troveranno maggiori opportunità di impiego: la trasformazione...

06 Marzo 2023

Le aziende puntano sul digitale: ma quanto inquina?

Digital first, business digitale, digital by default, agenda digitale e trasformazione digitale sono, a ragione, le parole chiave di oggi: ma quanto inquina il digitale? Focalizzandoci sulla rete, secondo il Global Carbon Project, il progetto di ricerca globale sulla sostenibilità promosso dal network internazionale di scienziati Future Earth, se il web fosse una nazione, sarebbe la terza per consumo di energia elettrica e la quarta per inquinamento dopo Cina, Usa e India. INSOSTENIBILITÀ DIGITALE: 3,7% EMISSIONI CO2 VS 2% TRAFFICO AEREO Il business digitale è energivoro, per certi aspetti insostenibile: «I data server rappresentano...

22 Febbraio 2023

Ucraina e Nord Stream2, la guerra è iniziata il 22 febbraio 2022

La cronaca fa iniziare la guerra in Ucraina il 24 febbraio. Eppure, se leggiamo il conflitto con gli occhi del business, la guerra è iniziata il 22 febbraio 2022. Riassumiamola con un titolo giornalistico: Scholz stoppt Zertifizierung von Nord Stream 2, in italiano Scholz blocca la certificazione del Nord Stream 2. È, appunto, il 22 febbraio 2022 quando l’ufficio federale per gli Affari esteri della Germania diffonde la notizia, ripresa dall’agenzia Dpa: il cancelliere tedesco Olaf Scholz interrompe il processo di approvazione del gasdotto Nord Stream 2 (NS2) che, dunque, in assenza della certificazione di sicurezza...

12 Gennaio 2023

Permacrisi: servono permainnovazione e permaottimismo

Nell’era a.C. (avanti Covid-19) si parlava di crisi lunghe, ma a tempo determinato. Nell’era d.C. (dopo Covid-19) si parla sempre più insistentemente di permacrisi o crisi permanenti su molteplici fronti. Come dimostra l’analisi dei media (web, stampa, radio e tv) condotta per Econopoly dall’Eco della Stampa, dal 1° novembre a oggi la presenza della parola permacrisi si è intensificata: fattore scatenante è stato la scelta del dizionario Collins di indicarla come parola dell’anno per sottolineare – come ha spiegato Alex Beecroft, direttore generale di Collins Learning – «il periodo esteso di instabilità e...

07 Marzo 2022

Guerra Russia-Ucraina, Vladimiro contro Vladimiro e il suo popolo

La guerra Russia-Ucraina si combatte, ormai, da due settimane, dal 24 febbraio appunto: la sorte ha voluto che i presidenti dei due Stati siano governati da politici che portano lo stesso nome di battesimo, Vladimiro in italiano, Vladimir Putin da una parte e Volodymyr Zelensky dall’altra parte. È uno dei contrasti di questa guerra terrificante voluta dalla Russia che, oltre alle città ucraine, sta facendo bruciare miliardi di euro sui mercati finanziari e che ha prodotto, in virtù di quello che gli economisti chiamano lo “shock dell’offerta”, l’aumento dei prezzi delle materie prime: abbiamo già toccato con mano l’effetto...