Filippo Poletti

Top voice ufficiale di LinkedIn in Italia, classe 1970, cura dal 2017 su LinkedIn la rassegna quotidiana dedicata ai cambiamenti del mondo ed è promotore del portale Rassegnalavoro. Ogni giovedì, su LinkedIn, conduce il talk New Normal Live dedicato alla “nuova normalità” sul mondo del lavoro. Giornalista professionista ed ex consigliere nazionale dell’Ordine dei giornalisti, ha scritto per più di 30 testate nazionali e locali. Si occupa di comunicazione digitale aziendale. Saggista, tra i suoi libri “Tempo di IoP: Intranet of People” dedicato alla comunicazione interna d’impresa. Formatore aziendale, collabora con il MIP Politecnico di Milano. PROFILO LINKEDIN: https://www.linkedin.com/in/filippopoletti/ NEW NORMAL LIVE: https://www.linkedin.com/company/new-normal-live/?viewAsMember=true TEMPO DI IOP: https://tempodiiop.it/
18 Ottobre 2021

Emilia da export, Flash Battery e il metodo Kaizen nella Motor Valley

Partiamo dai dati per poi andare a un caso concreto, quello di Flash Battery: l’export dell’Emilia-Romagna si colloca oggi quasi sette punti percentuali al di sopra di quello del 2019, quando fu stabilito il record regionale. Nel primo semestre, infatti, le esportazioni hanno toccato – come ha sottolineato l’Istat pochi giorni fa – quota 35,36 miliardi, due miliardi in più di quanto raggiunto nel 2019. I migliori risultati sono stati registrati in Asia (+40,7%), in Oceania (+37) e nell'America del centro-sud (+32). IL CASO FLASH BATTERY: 65 DIPENDENTI CON MENO DI 35 ANNI E veniamo a un caso concreto di successo, quello di...

15 Settembre 2021

Più smart working se c'è più comunicazione interna smart

Si dice “smart working” (anche se dovremmo usare le parole “lavoro a distanza”), ma non si dice che serve più comunicazione interna aziendale. È la cronaca quotidiana a mettere al centro il dibattito sul lavoro fatto in modalità remota: pensiamo, tanto per fare qualche esempio, alla software house australiana Canva che – in linea con quanto deciso da Atlassian (con la possibilità di lavorare da qualsiasi parte del mondo per i 5.700 dipendenti) – ha introdotto la regola del “lavoro sempre in remoto”, fatta salva l’eccezione di otto giorni all’anno. «La pandemia ha smentito l’idea che la collaborazione sia...