yezers

Yezers è un'organizzazione no-profit con l'obiettivo di offrire ai giovani una piattaforma con cui costruire proposte concrete per il loro futuro. Oltre ad averne elaborate diverse, Yezers ne ha discusso con Presidenti del Consiglio, Ministri, sia in carica che non, politici, direttori di grandi agenzie e amministratori di società, coinvolgendo migliaia di persone. Yezers fa parte del Consiglio Nazionale Giovani della Presidenza del Consiglio, fa parte del panel YOUNGO delle Nazioni Unite, è stata riconosciuta come Global Highly Impactful Initiative dalla NOVA School of Business & Economics, ha partecipato a TEDx, sta avviando una startup-spin off in fase di incubazione, è tra gli stakeholder ufficiali del Comune di Milano e ha vinto il Climate-KIC 2019. Yezers conta oltre 700 giovani under-35 in tutto il mondo, con capacità e interessi differenti, che condividono il desiderio di mettere le proprie competenze a disposizione per un Paese migliore.
05 Agosto 2021

Donne e imprenditoria in Italia, i perché di una bassa propensione al rischio

Come riportato dal IV Rapporto nazionale Imprenditoria femminile di Unioncamere , il rapporto tra le donne ed il rischio, seppur condizionato da uno stereotipo costruito socialmente, ha infatti anche una base biologica. Gli autori analizzano come l’interazione tra il testosterone, ormone maschile, e il cortisolo possa influenzare la propensione al rischio e un approccio ad esso più razionale. Tuttavia molti sono gli studi a sostenere che la causa principale sia legata a stereotipi culturali. Ad esempio, uno studio pubblicato in PNAS [2] mostra che effettivamente sono proprio cultura ed educazione a plasmare la propensione al rischio...

26 Luglio 2021

Neet in crescita: Pnrr e Centri per l’impiego potrebbero non bastare

Negli ultimi tempi, l’implementazione del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR) è oggetto di continui dibattiti. Il Piano intende far intraprendere al nostro Paese un processo di convergenza verso gli Stati più ricchi dell’Unione europea attraverso cospicui investimenti rivolti non solo alla digitalizzazione e alla transizione ecologica, ma anche ai temi più insidiosi che affliggono l’Italia da ormai più di un decennio. Tra questi vi è quello della disoccupazione, in particolare quella giovanile, il cui quadro risulta ancora oggi piuttosto allarmante e richiede misure proficue da attuare in tempi rapidi. Infatti,...

05 Luglio 2021

Imprese, i giovani non rischiano più. Ecco Labnit, per tornare a innovare

Lo stanziamento dei primi finanziamenti comunitari anti-Covid e l’avvio del PNRR non debbono farci dimenticare che la nostra ormai storica collocazione in fondo alla graduatoria della crescita dei paesi dell’Unione non è dovuta alla pandemia. Abbiamo infatti problemi strutturali che il Piano non potrà affatto risolvere, e che dovranno essere affrontati con ulteriori misure precise e mirate. Parliamo ad esempio dell’orientamento di buona parte della nostra manifattura verso produzioni stagionali e a basso valore aggiunto, dell’insufficiente intensità tecnologica che porta con sé bassa produttività, e infine della...

26 Aprile 2021

Pubblica Amministrazione e imprese: serve una rivoluzione culturale

Le voci dei giovani imprenditori nel ciclo di interviste Call Me Startup hanno indicato come la digitalizzazione, l’agilità e la capacità di adattamento siano alla base del DNA delle startup. Era dunque naturale che le diverse inefficienze burocratiche della macchina statale fossero viste come gravi ostacoli all’avvio e alla gestione di una nuova impresa. E se i giovani imprenditori insistono nel chiedere snellezza negli incentivi e nei rapporti con la pubblica amministrazione, forse è il caso di iniziare a ripensare il contesto nel quale queste imprese si trovano a operare per cercare di renderlo, se non fertile, quantomeno non...

15 Gennaio 2021

Una riforma della fiscalità ambientale per la transizione energetica

Nonostante gli impegni presi per il clima con l’accordo di Parigi del 2015 e il calo nei costi delle tecnologie alternative, le emissioni mondiali sono aumentate ulteriormente nell’ultimo quinquennio. Anche il calo legato alla pandemia occorso nel 2020 sarà effimero in assenza di un deciso cambio di rotta a livello mondiale: gli investimenti in rinnovabili ed efficienza energetica sono ancora inferiori a quelli dedicati allo sfruttamento di petrolio, gas e carbone, che coprono tuttora l’80% dei consumi mondiali di energia primaria, esattamente come nel 1990 [1]. Investimenti (2019, mld US $) Tecnologie...

09 Ottobre 2020

Covid-19 può far male all'economia per 40 anni. Basterà il Recovery Fund?

Il 21 luglio scorso, dopo quattro giorni di dure negoziazioni, il Consiglio Europeo ha approvato la bozza di accordo sul Recovery Fund, ossia sull’iniezione di 750 miliardi di euro per risollevare le economie europee dalla crisi causata dal Covid-19. Circa la metà di questa somma sarà a fondo perduto, l’altra metà sarà sotto forma di prestiti a lungo termine e a tasso agevolato. L’intero importo sarà garantito da un’emissione comunitaria. All’Italia, che ne è la principale beneficiaria, dovrebbero andare circa 209 miliardi. Per dare un ordine di grandezza, si tratta grossomodo di un decimo del PIL nominale italiano e...

24 Settembre 2020

Dieci lezioni sul panorama delle startup italiane ai tempi del Covid-19

Giunti alla conclusione della rubrica “Call Me Startup – Storie di giovani imprenditori ai tempi del Covid-19”, pensiamo sia interessante proporre un’analisi che riassuma i principali spunti emersi dal nostro ciclo di interviste che ha visto protagonisti otto founder di startup italiane. Lo scopo è quello di tratteggiare una descrizione del panorama delle startup nel nostro Paese, che muove dal contesto della crisi economico-sanitaria in atto, ma che si estende con un respiro più ampio andando a trattare dinamiche economiche più complessive. La nostra rubrica ha coperto un ampio spettro di settori economici: calzaturiero e...

17 Settembre 2020

Pacchetti (InTribe): In tempi di crisi, sbaglia chi non investe nel marketing

L’ottavo e ultimo appuntamento della rubrica “Call Me Startup – Storie di giovani imprenditori ai tempi del Covid-19” parla di marketing, abitudini di consumo e smart working. L’ospite di oggi è infatti Mirna Pacchetti, CEO e Co-Founder di InTribe. InTribe è una società di ricerche di mercato specializzata in analisi delle abitudini di consumo, con tecniche classiche ma anche con big data e intelligenza artificiale. Startup nata nel 2016, nel tempo ha raggiunto importanti traguardi: l’incubazione nel programma Speed MI Up organizzato dalla SDA Bocconi, l’accelerazione da parte di Digital Magics e la partecipazione a...

10 Settembre 2020

Gianluca Iorio (MiMoto): micromobilità e sharing chiave nei trasporti urbani

Il settimo appuntamento della rubrica “Call Me Startup – Storie di giovani imprenditori ai tempi del Covid-19” parla di mobilità e micromobilità urbana. L’ospite di oggi è infatti Gianluca Iorio, CEO e Co-Founder di MiMoto. MiMoto viene lanciata nell’autunno del 2017 con l’obiettivo di fornire un mezzo di trasporto urbano veloce e sostenibile. Nasce così l’idea dei motorini elettrici, gialli e silenziosi che ormai sono presenti a Milano, Torino e Genova. Il settore della mobilità urbana è stato uno dei più impattati dal lockdown, e non solo durante la crisi: le ripercussioni sulle abitudini dei cittadini e...

03 Settembre 2020

Mauro Germani (Soplaya): la forza della logistica tech per la ristorazione

Sesto episodio della rubrica “Call Me Startup – Storie di giovani imprenditori ai tempi del Covid-19”. Oggi il nostro ospite è Mauro Germani, CEO e Co-Founder di Soplaya. Con lui abbiamo la possibilità di discutere dell’impatto del Covid-19 su un settore particolarmente al centro dell’attenzione in questi mesi, ossia la ristorazione. Soplaya infatti nasce nel 2018 per rendere la catena di fornitura dei ristoranti più trasparente ed efficiente, mettendo in contatto diretto fornitori e chef. Logistica proprietaria, analisi dati per la gestione del food cost e rapporto diretto con i fornitori ne fanno una delle startup di...