Massimo Famularo

Investment Manager (Distressed e Non Core Assets, NPE etc) e Blogger (Economia,Finanza, Politica). Attualmente lavoro come advisor indipendente e partner per la società Distressed Technologies, in passato sono stato membro del consiglio di amministrazione di Frontis NPL, Director per Algebris Investments, responsabile del Servizio Sofferenze del Gruppo Cariparma Credit Agricole, Porfolio Manager per Jupiter Finance (oggi Cerved Credit Management) e Archon Group Italia e Consulente per Oliver Wyman  Il mio profilo professionale completo è pubblico e disponibile su Linkedin https://www.linkedin.com/in/massimofamularo/  e  Gdrive  Oltre alla collaborazione con Econopoly ho un blog sul Fatto Quotidiano https://www.ilfattoquotidiano.it/blog/mfamularo/ e su Linkiesta  https://www.linkiesta.it/it/blog/apologia-di-socrate/543/   tutti i miei interventi sono raccolti in una  newsletter e su worpress in Italiano https://massimofamularo.wordpress.com/   e in Inglese  https://mfamularoenglish.wordpress.com/ 
25 Maggio 2021

Successione e tasse, ecco una controproposta sulla dote ai diciottenni

La proposta avanzata dal partito democratico in merito a una “dote per i diciottenni” ha sollevato diverse discussioni che spesso si sono spinte ben al di là del merito dello specifico provvedimento.  Su questo blog avevo commentato una proposta molto simile avanzata dal forum disuguaglianze e diversità, che faceva riferimento ad una eredità universale dell’importo di 15 mila euro, da finanziare con una imposta sui vantaggi ricevuti (donazioni ed eredità) sopra i 500mila euro. La versione del PD presenta delle differenze, perché si configura come un trasferimento limitato a circa la metà degli italiani che compiono 18...

20 Aprile 2021

Due conti sulla pensione. A chi conviene il riscatto agevolato?

Il riscatto a fini pensionistici degli anni trascorsi all'università, da effettuarsi mediante versamento di contributi figurativi, è un argomento sul quale circolano diversi miti e qualche informazione fuorviante. In questo post provo a fornire qualche strumento utile per chi è interessato a valutare la convenienza di questa scelta. Di che parliamo? Di un meccanismo in base al quale, un lavoratore iscritto a una forma di previdenza pubblica, versa dei contributi per gli anni di studio universitario, in modo che questi vengano conteggiati a tutti gli effetti per stabilire il momento a partire dal quale ci si può ritirare...

01 Dicembre 2020

Lo strano caso Unicredit, tra banca di sistema e banca di mercato

Di fronte al successo dell'offerta di acquisto da parte di Intesa Sanpaolo su UBI banca a fine luglio avevo parlato proprio su questo blog di una differenza culturale tra Banca di Sistema e Banca di Mercato mettendo a confronto le strategie divergenti dei primi due gruppi bancari del paese. Questa chiave di lettura mi sembra utile ed efficace per leggere la decisione dell’amministratore delegato di Unicredit, Jean Pierre Mustier di lasciare l'istituto al termine del proprio mandato il prossimo mese di aprile. Quale banchiere italiano, cresciuto ben inserito e nel "sistema" avrebbe osato resistere ad un' "offerta che non si...

18 Novembre 2020

Riflessioni sulla cancellazione del debito (la finanza è un gioco a somma 0)

Alcune recenti esternazioni del presidente del parlamento europeo David Sassoli hanno riacceso la discussione sulla ipotesi di cancellazione del debito pubblico. Nello specifico, in questo frangente si farebbe riferimento al debito originato dalle spese legate alla pandemia e la cancellazione sarebbe limitata ai titoli detenuti dalla Banca Centrale Europea. Una proposta in questo senso era stata pubblicata in ottobre sul quotidiano Avvenire dall'economista Leonardo Becchetti che è ritornato sul tema con un altro articolo il 17 novembre in seguito alle esternazioni di Sassoli, alle quali ha prontamente replicato il vice presidente...

09 Novembre 2020

Salvare il posto è la scelta migliore per il lavoratore e per l'impresa?

Impedire che i lavoratori possano essere licenziati durante una crisi economica e sociale come quella che stiamo attraversando può apparire una scelta ragionevole: quali impieghi alternativi potrebbero mai trovare i malcapitati che dovessero venire colpiti da una tale disgrazia? Mentre le frontiere si chiudono e le economie si congelano, che prospettive possono esserci per chi dovesse disgraziatamente rimanere senza lavoro? Questa osservazione di senso comune sembra essere alla base delle scelte poltiche effettuate non solo in Italia, ma anche in altri paesi europei e in particolare in Gran Bretegna, scelta oggetto di critiche in un...

21 Ottobre 2020

Imprese, lavoro e le verità scomode della seconda ondata

La crisi economica causata dalla pandemia in corso avrà effetti molto diversi sui diversi paesi per intensità e durata e contribuirà ad accelerare alcune tendenze al cambiamento (crescita delle transazioni digitali, lavoro a distanza, etc) già in atto prima dell'emergenza sanitaria. I governi nazionali, per affrontare questo contesto problematico e, in particolare, le conseguenze per il tessuto sociale (trasformazione dei processi, riconversione dei lavoratori), dovranno dimostrare doti non comuni in termini di Coraggio,Capacità di Adattamento e Lungimiranza. In particolare, è auspicabile che si cerchi di resistere alla...

09 Ottobre 2020

Banche ed emergenza sanitaria, la strada dei sussidi è quella sbagliata

Uno delle criticità più rilevanti, che rischia di minare il percorso di ripresa dell’economia europea nella delicata fase successiva alle misure di lockdown, riguarda l’elevato numero di possibili fallimenti e inadempienze su crediti attesi per i prossimi mesi. Le stime più conservative della BCE prevedono crescita fino a 1400 miliardi per lo stock dei nuovi crediti deteriorati, mentre un sondaggio realizzato dalla società di consulenza PWC quantifica fino a 100 miliardi i volumi attesi per il nostro paese nei prossimi 12-18 mesi. Il fenomeno è preoccupante per diversi motivi: da un lato, il prodotto interno lordo registra...

23 Settembre 2020

Che facciamo se una PA digitalizzata ha bisogno di meno dipendenti?

Una PA veramente Digitale è il sogno di tutti quelli che hanno sperimentato la frustrazione di doversi recare di persona presso uno sportello pubblico per svolgere attività che si potrebbero risolvere con pochi click dal cellulare. Si tratta anche di un importante fattore abilitante lo svolgimento di qualunque attività economica e di una condizione fondamentale per conseguire gli incrementi di produttività necessari al nostro paese per tornare a crescere. Non sorprende allora che questo ambizioso obiettivo figuri in cima alle priorità del piano italiano di ripresa e resilienza per accedere ai fondi previsti dal Recovery Fund...

01 Settembre 2020

Fotografia del declino nella breve storia di un reclamo mai inviato

Mentre mi apprestavo a scrivere un messaggio di reclamo al direttore del museo di Paestum ho pensato che sarebbe stato più efficace e utile per la collettività comporre una breve Cautionary Tale. Metti che sai accompagnando un gruppo di amici milanesi in giro per la terra dove sei cresciuto e che, dopo una scarpinata sul Vesuvio per visitare il gran cono, un tour di Napoli sotterranea più centro storico con tanto di pagnuttiello imbottito di parmigiana di melanzane ti venga in mente di visitare il parco archeologico di Paestum. Visto che ci sono le misure di sicurezza per via della pandemia ti premuri di verificare via internet se...

26 Agosto 2020

Cosa studiare per trovare lavoro? Domanda sbagliata

In questo periodo dell’anno c’è una domanda spinosa che assilla maturati e maturandi, genitori apprensivi e non, oltre che studenti universitari che si trovano in quella fase del proprio corso di studi nella quale devono scegliere una specializzazione: Cosa bisogna studiare per trovare lavoro? Considerato che viviamo in un paese con una quota tanto elevata di soggetti che, non solo non studiano e non lavorano, ma un lavoro hanno anche smesso di cercarlo, si tratta di un interrogativo piuttosto logico da porsi. Proviamo a capovolgere la prospettiva delle discussioni tradizionali, per intenderci quelle che finiscono degenerano nella...