Leonardo Dorini

Sono nato nel 1969. Mi sono laureato all'Università Cattolica di Milano in Economia e Commercio (Gestione ed Amministrazione di impresa) con formazione post-laurea alla SDA Bocconi. Dopo una prima esperienza in area Amministrazione, Finanza e Controllo di un'azienda di fibre chimiche, fra il 2000 ed il 2007 ho lavorato in Livolsi & Partners, di cui sono stato Managing Director, curando operazioni di finanza straordinaria e di ristrutturazione. Successivamente sono stato Direttore Generale per l'Italia in DLA Piper.   Dopo 10 anni nei servizi professionali, dal 2011 opero principalmente come Temporary Manager e consulente finanziario indipendente, curando soprattutto situazioni di crisi d'impresa. Corro, o meglio correvo, la maratona in circa tre ore e mezza. https://www.linkedin.com/in/leonardo-dorini-84b43838/
24 Settembre 2020

L'apertura del capitale, sfida per le imprese: il Private Equity c'è

Alcune notizie di cronaca finanziaria ci fanno riflettere su uno dei temi più rilevanti riguardante le imprese italiane e la loro struttura, con particolare riferimento al lato destro dello Stato Patrimoniale, quello che definisce la struttura delle Fonti, e che include il Patrimonio Netto, cioè i capitali propri dell’azienda, e i Debiti Finanziari, cioè il ricorso a capitale di terzi; è appena il caso di ricordare che i primi sono capitali soggetti al rischio d’impresa, non hanno "scadenza", sono remunerati dai dividendi, e implicano “pazienza” per chi ha investito in un progetto industriale normalmente a lungo termine,...

17 Luglio 2020

Per Autostrade un buon accordo, ma i costi per il contribuente?

Il crollo del Ponte Morandi, quasi due anni fa, aveva dato la stura ad un dibattito che ben presto coinvolse temi di più ampia portata: l’intervento dello Stato nella gestione delle Infrastrutture, la trasparenza sui contratti di concessione, la necessità di più stringenti controlli, la consapevolezza che la materia avrebbe dovuto trovare una più organica sistemazione. Da un lato vi erano l’indignazione per le vittime, l’incredulità per ciò che era successo, la volontà di infliggere punizioni esemplari che tornassero ad imporre l’autorità e l’autorevolezza dello Stato di fronte all’evidenza di una tragedia dolorosa...

11 Giugno 2020

Meglio giocare d'anticipo. Come cambia la crisi d'impresa dopo il COVID19?

Per chi si è occupato di crisi d'impresa per tanti anni, non dovrebbero esserci misteri nella fase che stiamo vivendo: gran parte dei settori produttivi e dei servizi, purtroppo, sono colpiti da una crisi talmente profonda che i confronti con i casi del ’29 e la più recente del 2008 forniscono spesso e volentieri dati di raffronto, e previsioni, ancora più devastanti. E invece non è così: anche per chi conosce la materia, questo è un periodo particolare, dove è necessario fare mente locale, concentrarsi su metodi e strumenti a disposizione di imprenditori, manager e consulenti. In altri contributi in questo spazio (1), ho...

07 Aprile 2020

Bazooka di 400 miliardi per le imprese: ma sarà un vero bazooka?

Si vanno delineando gli interventi a sostegno delle imprese per l’emergenza COVID19. Accanto al cantiere riguardante la finanza pubblica, con la discussione sugli strumenti da mettere in campo a livello europeo (MES, SURE, Eurobonds), sta assumendo contorni più precisi l’intervento riguardante le imprese, con riferimento sia al tema più pressante, quello della liquidità, sia a temi di contorno, che hanno però riflessi molto importanti nella vita delle imprese e in quella che sarà la sperabile ripresa delle loro attività. È infatti decisivo che siano messi a disposizione strumenti di liquidità, che riguardano  il momento...

19 Marzo 2020

Il COVID-19 può ammazzare il calcio? Quanto rischiano i club?

Il mondo dello sport fa i conti con l’emergenza COVID-19: il Sole24 Ore del 15 marzo ha fornito alcune cifre, parlando di 1 milione di posti di lavoro a rischio, con 50 mila società sportive che dovranno fare i conti con l’epidemia. Il Calcio, con 1,2 miliardi di contribuzione fiscale e previdenziale nel 2016 (Sole 24 Ore), è sicuramente il comparto sportivo più importante e ha vissuto una surreale situazione degli ultimi 15 giorni con partite confermate, poi rinviate, poi giocate a porte chiuse, fino alla sospensione definitiva del campionato di Serie A, cui sono seguiti gli stop delle altre federazioni professionistiche...

23 Febbraio 2020

Annullata per decreto? Ecco la verità sulla responsabilità limitata nelle Srl

Confesso di essere saltato sulla sedia nel leggere i contenuti del post di Costantino Ferrara inerente la nuova formulazione dell’articolo 2476 codice civile, come novellato dal Codice della Crisi e dell’Insolvenza. Pur non essendo un giurista, infatti, penso che l’autore del post possa essere incorso in un abbaglio, che sostanzialmente consiste nel sovrapporre il ruolo di amministratore (peraltro, quando inadempiente agli “obblighi inerenti alla conservazione dell’integrità del patrimonio sociale”) a quello di socio di Srl, due ruoli che in realtà sono giuridicamente molto distinti. Ma andiamo con ordine e riprendiamo...

18 Dicembre 2019

Meno banca per l'impresa. Ecco come si fa strada la finanza alternativa

Ha collaborato a questo articolo Andrea Ancarani, giornalista pubblicista e laureando in Economia all'Università Cattolica di Milano. In un post di qualche tempo fa, abbiamo affrontato il tema di come le imprese stiano riducendo la propria dipendenza dal credito bancario, a fronte di un maggior utilizzo di fonti alternative che guardano agli intermediari non bancari. Da un lato, quindi, la minore dipendenza delle aziende italiane dal credito ne favorisce il rafforzamento patrimoniale, mentre, dall’altro, si registra la crescita della c.d. “finanza alternativa” (o complementare), ossia quel complesso di strumenti, soggetti ed...

15 Novembre 2019

E se le costose procedure di allerta fossero un'occasione per le imprese?

In un post dello scorso aprile, abbiamo fatto il punto sugli esiti della Commissione Rordorf che ha rivisto profondamente la disciplina della crisi d’azienda e dell’insolvenza, riformando la legge Fallimentare del 1942 e razionalizzando le successive modifiche in quello che ora si chiama Codice della Crisi d’Impresa e dell’Insolvenza. Uno degli elementi di novità, senza dubbio fra i più rilevanti, sono le cosiddette “procedure di allerta” (PdA): esse intendono creare le condizioni per l’emersione preventiva della crisi d'impresa, e per la sua gestione efficace, prima che essa sfoci nell’insolvenza; se paragoniamo...

31 Ottobre 2019

L'inopinata stretta sulle auto aziendali è una ammuina fiscale

Si fa strada l’ipotesi che venga incrementata la tassazione sulle auto aziendali, come stanno raccontando tutti i principali organi di informazione. Ma di cosa si tratta nello specifico? Per stimolare un dibattito ho pubblicato questo tweet, da cui sono emersi diversi spunti. Ci sono stati infatti molti interventi, che sono ovviamente a disposizione di chi voglia compulsarli. Vediamo però prima di tutto di inquadrare meglio in fenomeno, sul quale naturalmente vige il beneficio del dubbio fino a a ulteriori delucidazioni e a eventuali modifiche nei passaggi parlamentari. Il caso di specie è quello della assegnazione di...

10 Ottobre 2019

Milan anno zero, la parsimonia di Elliott e quali sono i piani

A fine 2017 scrissi per Econopoly un post sulla situazione del Milan, affermando che sarebbe diventata una storia modello…ma per fare il contrario; era un momento molto delicato, in cui la nuova proprietà facente riferimento a Yonghong Li, con Massimo Mirabelli e Marco Fassone al timone operativo, doveva prendere atto di prestazioni sportive non in grado di sorreggere l’ambizioso, e molto sbandierato, piano di crescita dei ricavi del club. Anche allora, come oggi, a rimetterci fu la guida tecnica: Vincenzo Montella fu sostituito da Rino Gattuso, che poi fece un discreto lavoro fino alla separazione dello scorso giugno per...