Francesco Bruno

Avvocato, European Master in Law and Economics (LL.M) e Master di specializzazione "Avvocato d'Affari" presso la Business School de Il Sole 24 Ore. Ha studiato presso la Fairmont State University, l'Università della Calabria, l'Erasmus University of Rotterdam, l'Università di Hamburg e l'Alma Mater Studiorum di Bologna. Si occupa prevalentemente di Diritto Commerciale, Contrattualistica nazionale e internazionale, M&A e Compliance (231/Data Protection/Antitrust). Ha collaborato con l'Institute of Competition Law. Twitter @frabruno88
15 Ottobre 2019

Competitività, un Paese lumaca (anche al Nord) frenato dalle istituzioni

La pubblicazione dell’European Regional Competitiveness Index non ci fa mai sorridere. Le Regioni italiane mostrano un ritardo significativo di competitività rispetto alle omologhe europee. Si trovano tutte al di sotto della media UE. Dall'indice emergono due essenziali considerazioni. La prima è interna. Tra la nostra miglior Regione, la Lombardia, e la peggiore, la Calabria, ci sono quasi cento posizioni di differenza. Tutte le Regioni del Mezzogiorno sono oltre la duecentesima posizione (su 268). La seconda è europea. Se andiamo a confrontare la Lombardia con le sue peers Regions, la troviamo indietro di più di 100...

29 Settembre 2019

Partite Iva, un errore cancellare la flat tax ma restano delle distorsioni

L’articolo pubblicato da Econopoly sulla cosiddetta flat tax per gli autonomi, a firma del professor Dario Stevanato, è molto interessante. Anche coraggioso, perché solitamente non è facile auspicare una marcia indietro legislativa che aumenterebbe il carico fiscale per un’importante fascia di contribuenti. Come noto, la legge di bilancio 2019 ha introdotto un regime forfettario agevolato, con un’aliquota del 15% sui redditi fino a 65.000 euro. Dal 2020, è prevista un’aliquota del 20% fino 100.000 euro. Le distorsioni evidenziate da Stevanato sono condivisibili, abbastanza evidenti sin dal principio. La tassazione...

13 Settembre 2019

Passano i governi, restano i nodi sul tavolo dell' autonomia differenziata

In questo pezzo del maggio 2018, cercavo di immaginare come potesse svilupparsi il tema dell’ autonomia differenziata nel primo Governo Conte, all'epoca non ancora insediatosi. È stato facile in quell'occasione prevedere le difficoltà del percorso, alla luce dei principali bacini elettorali dei due partiti di maggioranza (Nord-Lega e Sud-M5S). L’impasse era inevitabile. Proviamo a ripetere lo stesso esercizio con il nuovo Governo. Innanzitutto, cambiano i volti protagonisti dell’Esecutivo. Agli Affari regionali, si passa da Erika Stefani, leghista veneta, a Francesco Boccia, pugliese del Partito Democratico. Come...

02 Settembre 2019

Perché i profitti sono la vera responsabilità sociale dell'impresa

Ha dato il via ad un ampio dibattito la dichiarazione della Business Roundtable – l’associazione che riunisce i maggiori CEO americani – sui fini dell’impresa privata. Le firme sono molte e di altissimo livello. Da Tim Cook a Mary Barra e Jeff Bezos solo per fare alcuni esempi. Subito si è innescato un tam tam globale sul superamento della cosiddetta dottrina di Chicago. Non contano solo i profitti, ma anche il benessere degli stakeholder. Senonché, leggendo il documento si rimane abbastanza delusi, come peraltro notato da molti. Per capirlo è sufficiente leggere i punti elencati. Iniziamo dal quarto punto, che...

05 Agosto 2019

Perché i giovani se ne vanno in massa dal Mezzogiorno?

Le anticipazioni del rapporto Svimez lanciano l’ennesimo allarme sulle condizioni economiche e sociali del Mezzogiorno. Non una grande novità, ma quest’anno preoccupano maggiormente alla luce della crescita zero nazionale. Come ricorda il rapporto, «il mezzogiorno aggancia in ritardo la ripresa e anticipa le fasi di crisi». Ed ecco quindi presentarsi lo spettro della recessione, che potrebbe non riguardare solo il Sud. Sarebbero tante le chiavi di lettura, dall'occupazione agli investimenti pubblici e privati. Ma oramai anche i più disattenti si rendono conto che il problema più angosciante è quello rappresentato dalla...

01 Agosto 2019

L'eredità politica (senza eredi) di Marchionne

Sono stati tanti i ricordi tributati a Sergio Marchionne ad un anno dalla sua scomparsa. I suoi numeri, le sue citazioni, i suoi record riecheggiano sulla stampa e sui social. Così come facevano le sue interviste mordenti. La sua eredità è pesante, soprattutto per FCA. La capacità di anticipare i trend di mercato e di dare fiducia agli investitori, restano caratteristiche difficilmente replicabili. È rimasto invece intatto il suo messaggio sulla necessità di consolidamento del settore e di ricerca di un partner per FCA stessa. Ma per il momento l’unico approccio concreto -con Renault- si è arenato. Se il mondo dell’auto...

15 Luglio 2019

Autonomia differenziata e cittadini di serie A e serie B

In questi giorni il Governo è impegnato nella ricerca della quadra politica per superare l’impasse relativo all'autonomia differenziata. Il lavoro va avanti dall'insediamento dell’attuale Esecutivo ed ha prodotto sin ora risultati modesti. Ma si sa, le riforme istituzionali richiedono tempo. Ecco il primo punto: si tratta di una riforma istituzionale oppure no? La risposta sostanziale non può che essere affermativa. Trasferire la potestà su tutte le materie legislative “concorrenti”, incidere sulla ripartizione dei fondi pubblici, potrebbe mutare l’assetto della Repubblica. Eppure, da un punto di vista di iter,...

25 Giugno 2019

Il Decreto Crescita è il riflesso di un Paese arroccato in difesa

Co-autore di questo post è l’avvocato Matteo Bonelli. Si occupa di societario e contrattualistica commerciale - La Camera dei deputati ha approvato il cosiddetto Decreto Crescita, notevolmente emendato ed ampliato rispetto alla formulazione arrivata in Parlamento. Adesso lo stesso dovrà essere approvato dal Senato per la definitiva conversione in legge. Il testo finale del Decreto Crescita arriva quando sul nostro Paese sembra incombere una tempesta perfetta: la procedura d’infrazione e l'isolamento europeo, l’Ilva, i tavoli di crisi, l’avanzata del sovranismo, e forse perfino il default e l’Italexit.. E in effetti...

14 Giugno 2019

Sblocca cantieri e debiti PA: un Paese fermo con la voglia di arretrare

Appaiono paradossali le discussioni politiche legate alla conversione in legge del Decreto Sblocca cantieri ed a come pagare i debiti della pubblica amministrazione. Fanno capire bene perché l’Italia sia un Paese fermo, non solo in termini di crescita del Pil. Partiamo dal primo tema. La legge di conversione è stata appena approvata anche dalla Camera. Avrete letto e sentito della cosiddetta “sospensione del codice appalti per due anni”. Ciò significa che una serie di misure rilevanti del codice dei contratti pubblici (“Codice”) verranno congelate fino al 31 dicembre 2020. Si tratta di un modus operandi del tutto...

28 Maggio 2019

La mortalità infantile e il dibattito che manca sull'autonomia differenziata

In un recente studio pubblicato sull’Italian Journal of Pediatrics, Silvia Simeoni, Luisa Frova e Mario De Curtis hanno analizzato il problema delle diseguaglianze di mortalità infantile in Italia. Si tratta di un indicatore spesso utilizzato come parametro per valutare l'efficacia di un sistema sanitario. Come noto, l’Italia ha uno dei tassi più bassi al mondo di mortalità infantile (tre morti su mille). Ma all'interno del territorio sussistono diverse disparità. Gli autori si focalizzano sulle differenze tra italiani ed immigrati, nonché sulle disparità geografiche. Nel periodo considerato (2006-2015), la mortalità...