14 Giugno 2018

Innovazione? Se i software non si integrano le aziende si disintegrano!

scritto da

L’autore di questo post è Silvano Joly, country manager di Centric Software Italia, che dal 1995 lavora in aziende high tech seguendo il mercato italiano e del Mediterraneo – Ringrazio la Paramount e immagino Ethan Hunt nei panni di un CEO dei giorni nostri, alle prese con il moderno dilemma: “Tutti amano l’Innovazione, ma pochi vogliono il Cambiamento”. Potrebbe sembrare una questione di Change Management, organizzativa, a metà tra il lavoro del CIO e quello delle Risorse umane (HR). Ma non sempre è così. Vediamo un caso reale: marzo 2017, rilasciando i dati “deludenti del 2016 e previsioni poco confortanti...

13 Giugno 2018

La recente riscossa dell'export italiano è dipesa dalla qualità più che dal prezzo

scritto da

Fra le tante narrazioni che pullulano nel nostro discorso economico, una delle più diffuse è quella che riduce le decisioni nel commercio alla semplice convenienza economica, trascurando la circostanza che l’economia non è soltanto quantità, e quindi prezzo, ma è anche (e forse soprattutto) qualità. Il prezzo ha notevole importanza nelle decisioni deglil operatori, ma non da solo. E questa tendenza emerge con chiarezza osservando la storia recente del nostro export, durante i quali il nostro settore esportatore ha corretto sostanzialmente una caratteristica che molto ci ha fatto soffrire all’inizio del nuovo secolo, ossia il...

11 Giugno 2018

Con Tria la Borsa va a rimbalzo, ecco perché i mercati apprezzano

scritto da

Non si hanno ancora notizie sull'improvvisa afasia accusata da diversi esponenti della coalizione giallo-verde all'indomani della sorprendente intervista al Corriere della Sera del ministro dell'Economia e delle Finanze, Giovanni Tria. Il professore ha di fatto rovesciato le tesi portanti dei programmi delle forze politiche che lo hanno accomodato sulla poltrona di via XX Settembre. Sarà perché erano tutti un po' presi dai risultati delle amministrative - c'era da capire da che parte sarebbe andata la bilancia e, come si è visto, la Lega ha certamente predominato - sarà perché qualcuno non ha capito tanto bene cosa ha detto il...

29 Maggio 2018

Digital Transformation e PMI: Houston, abbiamo un problema

scritto da

L'autore di questo post è Alessandro Rimassa, Direttore e co-fondatore della Talent Garden Innovation School. Rimassa è uno dei massimi esperti italiani in digital transformation, open innovation e startup e siede nel board del Global Innovation Management Institute di Boston. È autore di sei libri, tra cui "Generazione Mille Euro" (Rizzoli), romanzo cult tradotto in sette lingue e diventato un film - Piccole e medie imprese italiane in stato confusionale. Non riescono a fare digital transformation per mancanza di competenze (il 43%), ma nel 45% dei casi fanno formazione una o zero volte all’anno e nel 38% gli investimenti in...

22 Maggio 2018

Banche, energia, telecomunicazioni: facciamo il punto sull'avanzata francese en Italie

scritto da

L’autore di questo post è Francesco Mercadante, analista del linguaggio e analista economico-finanziario. È stato consulente del Garante dei Diritti dei Detenuti della Regione Sicilia e docente di Analisi dei Testi presso l’Università degli Studi di Palermo. È autore di saggi su Linguaggio ed Economia – Leggendo i dati elaborati da ISTAT e Cerved circa il clima di fiducia delle imprese, la competitività, l’occupazione e, soprattutto, i fallimenti e le liquidazioni volontarie dell’ultimo anno, purtroppo, si ha l’impressione di avere tra le mani un bollettino di guerra. Più di 30.000 aziende sono state costrette a...

15 Maggio 2018

Tra le città e AirBnB, l’Europa da che parte sta?

scritto da

Pubblichiamo un post di Raffaello Zanini, fondatore del portale Planethotel.net. Laureato in urbanistica, assiste gli investitori del settore turistico alberghiero con studi di fattibilità, consulenza ai progettisti, selezione di opportunità – Un mese fa terminavo un mio post scrivendo: "Questi fenomeni spontanei - AirBnB - oggi salutati come positivi dalla maggioranza dei cittadini (quelli che a causa della crisi economica e dell’evoluzione demografica hanno uno o più immobili sfitti, che possono così impiegare almeno per coprire le tasse locali) a lungo andare ci si ritorceranno contro, demolendo la bella immagine che...

13 Maggio 2018

Quattro miti da sfatare dell'economia post-industriale (teniamoci strette le fabbriche)

scritto da

Dalla metà degli anni ‘90, più o meno coincidente con l’esplosione della tecnologia web e di internet, la vulgata economica presentata alla pubblica opinione è stata che i paesi avanzati erano entrati in una fase economica post-industriale. La struttura del lavoro stesso era cambiata: il terziario avanzato sarebbe stato il destino obbligato, se non nostro, dei nostri figli, e tutti i paradigmi economici e sociali in cui credevamo, e con cui anche avevamo imparato a convivere, dovevano essere buttati nel cestino. Un mondo nuovo ci attendeva, irto di difficoltà, ma anche di opportunità, termine che non fu mai così tanto...

08 Maggio 2018

Lavorare in fabbrica è una scelta di ripiego? Errore, è il futuro

scritto da

State cercando una occupazione ad elevata qualificazione dove confrontarvi con le tecnologie più evolute? Amate i luoghi puliti e luminosi? Non sopportate rumore e polvere? Bene, andate a lavorare in fabbrica. Un’affermazione un po’ provocatoria, ma neanche troppo, e lo sarà sempre meno nel prossimo futuro. Facciamo però un passo indietro. La percentuale di italiani impiegati nell’industria manifatturiera è calata negli ultimi vent’anni del 21,6%. ovvero sostanzialmente della stessa misura. Se ne deduce che il nostro Paese – come peraltro diversi altri fra quelli occidentali – ha conosciuto un progressivo e spiccato...

01 Maggio 2018

Come sopravvivere ad Amazon e agli altri giganti dell'e-commerce, spiegato in breve

scritto da

L'autore di questo post è Silvano Joly, country manager di Centric Software Italia, che dal 1995 lavora in aziende high tech seguendo il mercato italiano e del Mediterraneo; 52 anni, torinese, si è laureato con una tesi su il Sole 24Ore (L’Italia del dopoguerra attraverso le pagine di un quotidiano economico) e ha conseguito un Executive Master presso LIUC CFMT nel 2012. Fan dell’innovazione e del “networking for work”, si occupa pro bono di alcune startup e aiuta studenti neolaureati nella loro formazione teorica e professionale - Difficile parlare di e-commerce senza premettere e ricordare (troppi lo dimenticano) che si...

30 Aprile 2018

Fare soldi con lo smart working si può?

scritto da

Un tempo c’erano gli uffici. Belli o brutti, che tu fossi un banchiere o uno del marketing ci entravi alle 9 del mattino e ne uscivi alle 18. A naso quel mondo è finito: siamo di fronte ad un fenomeno di dematerializzazione degli uffici, meglio dire della loro necessità come sito operativo di lavoro, che sta venendo meno in Occidente. Persino in Italia, che nella classifica contenuta in un report Eurofound-ILO pubblicato l'anno scorso risulta ultima (si veda il grafico in basso), si comincia a capire che l’importante è fare delivery: insomma, consegnare il progetto. I vantaggi dello smart working sono diversi ed è bene...