22 Aprile 2018

C'erano una volta i campionati di calcio (e come ci si è arrivati)

scritto da

Co-autore di questo post è Fausto Panunzi, professore di Economia all'Università Bocconi; ha conseguito un PhD in Economia al MIT; è Fellow del Center for Economic Policy Research e dell'European Corporate Governance Institute ed è membro della redazione de lavoce.info - In un recente articolo intitolato “Salvare il centro in contrazione”, il Chief Economic Adviser di Allianz, Mohamed A. El-Erian, scrive: “Anche lo sport sta perdendo il suo centro. In assenza di meccanismi di perequazione forzata (come quelli utilizzati nella National Football League degli Stati Uniti), il calcio europeo è oggi dominato da una manciata di...

09 Aprile 2018

Starbucks opportunità o minaccia per il mercato italiano?

scritto da

L'autore di questo post, Raffaele Perfetto, ha acquisito esperienza decennale in ambito Oil & Gas con una major oil company. Ha conseguito un MBA in Oil & Gas Management nel 2016. Scrive preferibilmente di energia e geopolitica - Ci siamo quasi. Entro pochi mesi, in Piazza Cordusio a Milano, Starbucks aprirà il suo primo punto vendita in Italia, e sarà la prima apertura in Europa di un megastore Reserve Roastery. Una notizia Agi nel 2017 poneva il caffè al secondo posto come prodotto più commerciato al mondo, dietro solo al petrolio. L’articolo tuttavia non specificava se il ranking era avvenuto considerando il valore di...

09 Aprile 2018

La debole ripresa italiana, trainata dall’export con o senza governi

scritto da

L'autore di questo post è Fedele De Novellis, partner ed economista senior di REF Ricerche – Il tema della posizione competitiva è da tempo un punto centrale di diverse analisi sulle cause della bassa crescita della nostra economia: in alcuni casi in contrapposizione alle posizioni che enfatizzano il ruolo della debolezza della domanda interna e delle politiche di bilancio; in altri come premessa all’adozione di politiche di aggiustamento dei conti pubblici, che hanno poi aggravato la situazione. Anche il dibattito sulle politiche economiche da adottare nei prossimi anni si è caratterizzato per una diversa enfasi posta...

04 Aprile 2018

Una Banca Pubblica per l’innovazione? Caro Casaleggio, no grazie!

scritto da

Il modello della Banca Pubblica per gli investimenti proposto da Davide Casaleggio, in un suo recente intervento, desta alcune perplessità con riferimento alle conclusioni presentate in una ricerca commissionata alla Casaleggio Associati dalla società di consulenza Valore che a sua volta lavora su mandato di enti e casse di previdenza. Una prima risposta al dibattito aperto da Casaleggio è arrivata dal prof. Carlo Alberto Carnevale Maffè che ha evidenziato come l’idea di creare una IRI del Venture Capital sia un’assurdità e piuttosto sia meglio puntare su un’estensione del modello dei PIR includendo una versione dedicata agli...

04 Aprile 2018

Airbnb non ucciderà i nostri centri storici, ma lo faremo noi se non cambiamo

scritto da

Pubblichiamo un post di Andrea Guarise, fondatore di Algebria Capital – Sono stati tanti e interessanti gli spunti offerti dal post di Raffaello Zanini ospitato la settimana scorsa qui su Econopoly, dal titolo “Mi ospiti nel tuo appartamento? Gli effetti di AirBnB sulla città turistica”. Ne usciva un quadro tra il critico e il preoccupato. Personalmente, come Algebria Capital, abbiamo investito in una società, CleanBnB, che fornisce servizi ai proprietari che decidono di entrare nel mercato dell’affitto turistico, o meglio affitto breve, perché le locazioni brevi non sono solo turistiche ma portano nelle nostre città...

03 Aprile 2018

E-banking, l'Italia perde terreno invece di rimontare. Altra occasione mancata?

scritto da

L'utilizzo dell'e-banking stenta ancora a decollare in Italia. Nel corso del 2017 l'utilizzo dei servizi bancari a distanza ha riguardato appena un terzo della popolazione, contro la metà dell'Area euro. Il divario rispetto all'eurozona, pari a oltre 20 punti percentuali, è andato ulteriormente crescendo rispetto a 10 anni fa, quando era pari a 13 punti percentuali. Invece di recuperare terreno, il Bel Paese ha perso contatto con il resto d’Europa. È abissale il distacco con i paesi in testa alla classifica: Danimarca (90%), Olanda (89%), Finlandia (87%) e Svezia (86%) hanno livelli di diffusione dell’e-banking tre volte più...

30 Marzo 2018

Il Bitcoin non se la passa bene e anche per comprare casa meglio essere cauti

scritto da

L'autrice di questo post è Kateryna Fedorovaadvisor presso uno studio legale milanese e cultrice della materia informatica giuridica presso l'Università degli Studi di Milano - Sul tema criptovalute e bitcoin è stato scritto tanto. Tutti noi sappiamo, più o meno, di cosa si tratta, alcuni di noi considerano le criptovalute una bolla destinata a scoppiare, altri, invece, hanno comprato qualche bitcoin per provare il brivido di diventare investitori, altri ancora ci stanno pensando. In breve, la criptovaluta è moneta complementare (o parallela) che affianca la moneta circolante (euro, dollaro, rublo, ecc.). Le criptovalute...

29 Marzo 2018

Mi ospiti nel tuo appartamento? Gli effetti di AirBnB sulla città turistica

scritto da

Pubblichiamo un post di Raffaello Zanini, fondatore del portale Planethotel.net. Laureato in urbanistica, assiste gli investitori del settore turistico alberghiero con studi di fattibilità, consulenza ai progettisti, selezione di opportunità - Lo scorso 23 marzo a Firenze si sono incontrati gli assessori e i principali operatori del turismo delle città più visitate in Italia, quelle dove il rischio della Disneyfication – a seguito della diffusione degli affitti brevi (STR, short term rentals) è più alto, ed hanno provato a mettere in comune alcune pratiche per guidare il fenomeno. Proverò a dire poche cose in modo molto...

26 Marzo 2018

Se 99 miliardi di euro di debiti "buoni" vi sembrano pochi. Chi li sa sminare?

scritto da

Come si gestiscono 99 miliardi di euro di debiti buoni? Un debito è accettabile quando è ripagabile, altrimenti diventa un problema. In Italia i debiti delle aziende fanno paura. Fanno paura al governo e fan paura alla società civile. Un’azienda che ha debiti, se non li può pagare, fallisce. I fornitori perdono tutto, i dipendenti sono licenziati (e di questi tempi è quasi una condanna a morte), lo stato si ritrova un “altra” grana da gestire sotto forma di cassa integrazione etc. All’interno del debito oltre ai classici NPL (Non Performing Loans, insomma i debiti brutti) ci sono da qualche anno anche gli UTP (Unlikely...

13 Marzo 2018

Touristen! I tedeschi amano (ancora) l'Italia, meno i suoi prezzi

scritto da

Pubblichiamo un post di Roberto Fedi, libero professionista con esperienza internazionale in management, value innovation e marketing strategico - I tedeschi sono appassionati vacanzieri. I datori di lavoro si guardano bene dal rifiutare richieste di ferie per le frequenti vacanze scolastiche (estate, ottobre, Natale, carnevale, Pasqua e Pentecoste), mentre le ferie accordate sono religiosamente rispettate da colleghi e clienti. Il culto della vacanza (Urlaub) si riflette nella quota di tedeschi che in un anno ha fatto almeno un viaggio di vacanza di cinque o più giorni in Germania o all'estero: mentre nel 2008 era scesa al 50%...