28 Aprile 2020

Il Conte conferenziere e la maledizione del futuro biblico

scritto da

S’era detto che sarebbe stato il week-end della rivelazione e dell’annunciazione; una sorta di fiduciosa aspettazione aveva animato tutti noi, povere personcine credule, dabbene e con qualche anno di catechismo sulle spalle. Il ‘trittico’ delle parole in –zione offerto in apertura, purtroppo, non è lenitivo; ce ne rendiamo conto, nonostante gli sforzi estetico-compositivi fatti a beneficio del lettore. Di là dalla qualità lessicale e dai contenuti teologali, infatti, l’eloquio del Conte conferenziere non manca mica di tecnica e ritmo. Al contrario, non facciamo fatica a riconoscere al Presidente alcuni indiscutibili meriti:...

11 Aprile 2020

La liquidità di Conte non è "immediata". La sproporzione tra parole e fatti

scritto da

“Diamo liquidità immediata per 400 miliardi di euro alle nostre imprese”: l’asserzione del Presidente Conte è incongrua, impropria e, di fatto, scorretta, priva di fondamento.  Il sostantivo “liquidità” e l’aggettivo “immediata”, così combinati all’interno della frase, fanno sorgere parecchi dubbi sulle reali intenzioni del parlante. Di certo, è difficile credere che Giuseppe Conte non fosse consapevole del contenuto delle proprie dichiarazioni. Si sarebbe trattato allora di un errore di comunicazione, di una sorta di vuoto espressivo o, come comunemente si dice, di una caduta di stile? Il male dell’economia...

07 Febbraio 2019

Istruzione, settima tra le voci della spesa. La distanza tra fatti e parole

scritto da

Il dato linguistico e antropologico è perfettamente racchiuso in una sequenza di cinque frammenti estratta da un discorso del Presidente del Consiglio. Conte 1: Mi aspetto una riduzione del PIL nel IV trimestre Conte 2: Il dato positivo è che non dipende da noi Conte 3: Nei primi sei mesi di quest’anno stenteremo Conte 4: Ci sono tutti gli elementi per sperare in un riscatto Conte 5: Abbiamo elaborato una manovra che ci ha spinto in una zona molta rischiosa (ANSA, Assolombarda, 30 gennaio 2019) Vien fatto di pensare che, ancora una volta, la cantilena possa essere "Recessione sì-Recessione no", allo stesso modo...