06 Gennaio 2018

Come investire nel 2018 e i nove fattori di rischio a cui prestare più attenzione

scritto da

La ripresa iniziata nel 2017 si prolungherà nel 2018, ma è ciclica. Nella prima metà del 2018 (1H 2018), in quasi tutto il mondo la crescita e l’inflazione continueranno la loro ripresa ciclica, ma nell’arco dell’anno rimarranno sotto tendenza (below-trend), perché: 1) i fondamentali macroeconomici sono ancora strutturalmente deboli. La liquidità crescerà ancora, ma a ritmi meno sostenuti. In termini netti, le principali banche centrali acquisteranno titoli per circa 50 miliardi di dollari (USD) al mese, spinti a prendere maggiori rischi dai bassi tassi di interesse. I rischi sono più alti che nel 2017. I più...

13 Dicembre 2017

Esplosione alla stazione gas di Baumgarten, la verità su prezzi e sicurezza in Italia

scritto da

L'autrice di questo post è Alessandra Motz, ricercatrice presso l’Università della Svizzera italiana, Lugano - Nella mattina del 12 dicembre la società TAG GmbH ha annunciato di aver registrato un’esplosione nella propria stazione gas di Baumgarten, vicino al confine con la Repubblica Slovacca. Baumgarten è un importante snodo della rete austriaca ed europea del gas naturale: in questa località arriva infatti il più grosso gasdotto di trasporto del gas russo verso l’Europa occidentale. Da Baumgarten la rete gas si dirama verso l’Italia, più precisamente verso Tarvisio e Gorizia, ma anche verso la Slovenia, l’Ungheria...

10 Dicembre 2017

Perché la rivoluzione tech non spiega i bassi salari italiani

scritto da

Gli autori di questo post sono Marta Fana, dottore di ricerca in Economia e autrice di "Non è lavoro, è sfruttamento" (Laterza 2017) e Davide Villani, dottorando di ricerca in Economia, Open University (Regno Unito) - All’interno del dibattito sulle attuali condizioni del mondo del lavoro italiano, si colloca la questione salariale. Secondo la teoria dominante, ripresa qui su Econopoly in un recente articolo firmato da Luca Foresti, i cambiamenti tecnologici (e la globalizzazione) hanno contribuito alla polarizzazione del mercato del lavoro in cui gli strati più bassi della piramide hanno sempre più difficoltà a inserirsi o,...

02 Dicembre 2017

Tutto quel che i Pir toccano si trasforma in oro. Leggere bene le avvertenze, però

scritto da

L’autore del post è Paolo Lenzi, analista finanziario presso Intesa Sanpaolo* – L’anno che si sta per chiudere sarà ricordato nella finanza Made in Italy come l’anno dell’avvento dei PIR (“Piani individuali di Risparmio”). Che sia su una pagina di giornale, che sia su un canale televisivo, i PIR stanno infatti imperversando sulla scena pubblica italiana. E anche il più disinteressato all’argomento difficilmente potrà dire di non averne mai sentito parlare. Numerose Società di Gestione di Risparmio, Banche ed Assicurazioni, tramite fondi comuni di investimento, gestioni patrimoniali o polizze vita, hanno...

30 Novembre 2017

Salari bassi, talvolta minimi: il grande nodo che nessuno affronta

scritto da

L'economia di mercato porta a pagare di più le risorse scarse e di meno quelle abbondanti. Applicato al mercato del lavoro significa che quando un lavoratore è conteso da più aziende il suo salario crescerà, mentre se risulta facilmente sostituibile (ovvero è facile e poco costoso trovare un'altra persona che faccia la stessa cosa o addirittura la faccia meglio, a parità di salario) il suo salario tende a rimanere stagnante o addirittura a calare. Se la scarsità di lavoro arriva a quelli meno remunerati e con lavori meno complessi c'è un innalzamento dei salari dalla base, mentre se il sistema produttivo ed economico pone la...

24 Novembre 2017

I prezzi del mattone recuperano il livello pre crisi. Ci dobbiamo preoccupare?

scritto da

Le ultime statistiche immobiliari pubblicate dalla Banca dei regolamenti internazionali, la "banca delle banche centrali" con sede a Basilea, ci comunicano un’informazione rilevante: nei paesi avanzati i prezzi reali del mattone, ossia deflazionati per l’indice dei prezzi al consumo, dopo esser cresciuti in media del 4% nel secondo trimestre 2017 su base annua hanno ormai praticamente raggiunto il livello pre crisi. In sostanza, ci sono voluti nove anni per recuperare il punto di partenza che, è bene ricordarlo, molti sospettavano nascondesse pericolose esagerazioni. In particolare, nei paesi avanzati i prezzi sono cresciuti...

23 Novembre 2017

Sulla piacioneria un po' ruffiana delle SPAC e sul perché tenere alta la guardia

scritto da

L'autore del post è Paolo Lenzi, analista finanziario presso Intesa Sanpaolo - Ultimamente negli ambienti finanziari italiani si parla sempre più spesso di SPAC. E del loro potenziale successo. Le SPAC (acronimo di Special Purpose Acquisition Company) sono veicoli quotati promossi da soggetti di elevato standing del mondo della finanza italiana (“Sponsors”) che investono la liquidità raccolta dagli investitori (“Investors”), per acquisire partecipazioni tradizionalmente di minoranza in aziende non quotate italiane di medie dimensioni (“Target”) che, per effetto di una fusione inversa (“Business Combination”) con...

22 Novembre 2017

Scatole nere, ecco gli errori sui dati che le assicurazioni devono evitare

scritto da

L'autore di questo post è Marco Bellezza, avvocato esperto di digital e fintech presso lo studio Portolano Cavallo - L’Italia è il Paese con la maggiore penetrazione al mondo di scatole nere montate su autoveicoli. Siamo all’avanguardia in tutto il segmento telematics ma la strada da compiere per sfruttare appieno le potenzialità di queste tecnologie appare ancora lunga. Un nuovo boost in questa direzione potrebbe venire dalla Legge annuale per il mercato e la concorrenza (L.124/2017) che dedica alle blackbox tanto norme di carattere promozionale, quanto norme volte a stabilire il valore probatorio nei giudizi civili dei dati...

14 Novembre 2017

Bollette smartphone a 28 giorni, la scelta è fra concorrenza e diktat legislativi

scritto da

Nel corso degli ultimi due anni tutti i principali operatori di telefonia mobile hanno iniziato a introdurre modalità di rinnovo automatico delle offerte ricaricabili ogni 28 giorni (base quadri-settimanale) anziché su base mensile. Successivamente tale pratica è stata seguita nelle offerte di telefonia fissa, e da ultimo anche dal principale operatore di pay-tv (Sky Italia). Questa condotta e la sua diffusa e parallela adozione da parte dalle maggiori compagnie di telecomunicazioni (Wind, Vodafone, TIM e Fastweb) hanno suscitato forti proteste da parte dei consumatori, sono state oggetto di delibera da parte dell’Autorità per le...

25 Ottobre 2017

Quer pasticciaccio brutto de via Nazionale e i mitici anni 2000

scritto da

Dalla caduta del Monte Paschi, ai crolli di Banca Etruria e Banca Marche, passando per la liquefazione delle Popolari venete, gli ultimi anni hanno visto il sistema creditizio italiano passare da “più solido degli altri perché non parla inglese” di Tremonti alle “ripetute e rilevanti situazioni o crisi di dissesto di banche” della mozione del Pd contro Visco. Ma come in un organismo umano le patologie gravi spesso, se non sempre, hanno origine e sviluppo nel corso degli anni così anche per il sistema creditizio italiano l’attuale situazione trae origine dal suo sviluppo degli ultimi 20 anni, in particolare quelli del...