11 Giugno 2019

Auto, le quattro ragioni che rendono ancora attuali le nozze Fca-Renault

scritto da

Co-autore di questo post è Andrea Ancarani, giornalista pubblicista e laureando in Economia presso l'Università Cattolica di Milano - In questa tabella pubblicata dal Sole 24 Ore è riportato il numero di vetture vendute dai principali costruttori mondiali di auto: non stupisce quindi che FCA e Renault si fossero promesse in matrimonio, diventando di fatto la casa più grande al mondo; l'accordo è poi sfumato a causa (sostiene FCA) dell’eccessivo attendismo ed interventismo del Governo francese, proprietario del 15% del produttore transalpino. FCA infatti non ha gradito le pressioni governative del ministro Le Maire, anche...

15 Aprile 2017

Il clamoroso autogol protezionista di Trump

scritto da

Pubblichiamo due interventi a firma Lorena Vincenzi e Michele Burattoni, economisti del think tank Prometeia Associazione e autori sul blog L'Atlante IMPOSTA SULLE IMPORTAZIONI USA: CHI PERDEREBBE DI PIU'? di Lorena Vincenzi Un aspetto della riforma fiscale per le imprese di cui si sta discutendo al Congresso riguarda il Tax Border Adjustment che prevedere agevolazioni fiscali per le esportazioni e l’introduzione di un’imposta sui beni importati, siano essi prodotti finiti o beni intermedi. Secondo i proponenti, l’introduzione di un’imposta sulle importazioni ha il duplice scopo di coprire il minor gettito legato alla...

22 Settembre 2015

Volkswagen e la nostra "schadenfreude": se l'alleato vacilla non c'è da stare allegri

scritto da

In questi giorni assistiamo un po’ increduli al tornado che investe il gruppo Volkswagen per la violazione delle norme anti-smog negli Stati Uniti. Il titolo ha perso in borsa più del 30% del valore in due sedute per il rischio di una maximulta (seppur molto lontana dalla cifra record di 18 miliardi di dollari inizialmente ipotizzata) che il costruttore automobilistico tedesco potrebbe vedersi infliggere dalle autorità Usa. Un danno gigantesco, a cui si aggiunge l’indagine penale avviata dal Ministero della Giustizia americano. La casa di Wolfsburg ha ammesso di avere alterato i test grazie a un software in grado di ridurre le...

03 Giugno 2015

Il risanamento di Marchionne è il risultato tardivo dell'opera incompiuta di Ghidella

scritto da

Nelle scorse settimane - al di là dei selfie con Matteo Renzi sulla jeep Renegade rossa - si è parlato molto di Fiat e della strategia dell’amministratore delegato Sergio Marchionne, il quale spinge per un ulteriore consolidamento del settore automobilistico. Secondo il manager italo-canadese gli investimenti necessari per nuovi modelli, ricerca e sviluppo non consentono di coprire il costo del capitale, per cui il mercato penalizza il settore valutando i “mass market carmakers” con un multiplo esiguo – 4x ebidta/enterprise value rispetto a 13 del settore farmaceutico. L’incredibile risanamento compiuto in Fiat (Fca) mi ha...